Salute/

Salute: in arrivo accordo tra Regione e Ordine degli assistenti sociali

La Toscana prevede un’ampia integrazione tra i soggetti istituzionali e le associazioni di volontariato

Verrà siglato nelle prossime settimane un accordo di collaborazione tra Regione Toscana, Ordine assistenti sociali Toscana e Fondazione degli assistenti sociali per la formazione e la ricerca. A prevederlo è una delibera portata in giunta dall’assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi e approvata nel corso di una delle ultime sedute di giunta. La Regione prevede un’ampia integrazione tra i soggetti istituzionali ai quali compete l’organizzazione sanitaria e socio-sanitaria, le istituzioni scientifiche (università, istituti scientifici, enti di ricerca) e le associazioni di volontariato e sociali senza fini di lucro. E alcuni progetti in materia sanitaria e socio-sanitaria di associazioni, società, organismi, enti pubblici e privati senza fine di lucro possono contribuire alla realizzazione degli obiettivi contenuti negli atti regionali di programmazione sanitaria e sociale.

Inoltre, nel modello di welfare toscano, quella dell’assistente sociale è una professione centrale del sistema dei servizi alla persona, sia in ambito sociale che socio-sanitario. Su queste basi, la Regione Toscana ha accolto la proposta di collaborazione presentata dall’Ordine assistenti sociali Toscana e dalla Fondazione degli assistenti sociali per la formazione e la ricerca a fare proprio il progetto “Rapporto sul servizio sociale in Toscana”, che avrà durata pluriennale e si concluderà nel dicembre 2019.

I più popolari su intoscana