Sicurezza, 6 nuovi vigili di quartiere a Grosseto. Modello Regione-Anci

Formazione specifica e l'obiettivo di contrastare la criminalità e garantire più sicurezza ai cittadini: 15 comuni sperimentano l'azione pilota in Toscana

Sei nuovi agenti della municipale si alterneranno a Grosseto in tre turni di giorno e di notte dal 16 settembre: quello dei 'vigili di prossimità' è  un progetto che Regione e Anci stanno sperimentando in Toscana, con l'obiettivo di garantire più sicurezza ai cittadini e contrastare la criminalità. Oltre a Grosseto partecipano all'iniziativa pilota altri 14 comuni. 

D'accordo con l'Anci, l'associazione dei comuni, è stata data precedenza ai territori dove più alto era l'indice di delittuosità rispetto agli abitanti ‘equivalenti', ovvero considerando non solo i residenti ma anche pendolari, studenti, turisti e chiunque in città e in quei comuni si sposti durante il giorno.  'In passato abbiamo fatto una pressante richiesta al governo perchè rivedesse gli organici delle forze dell'ordine - ha ricordato l'assessore regionale Vittorio Buglied è una richiesta che faremo anche al nuovo  governo ma - oltre a chiedere - abbiamo avuto un atteggiamento di responsabilità e deciso di sostenere i sindaci che più sono impegnati sul territorio avviando questo progetto di vigili di prossimità'.

Bugli ha poi spiegato che sarà facile riconoscere questi 'agenti speciali' grazie a 'un logo stampigliato su un patch in tessuto, cucita sulla manica sinistra di giacche, camice, maglioni e giacconi della divisa'.

Gli stipendi dei sei nuovi agenti saranno a carico della Regione per tre anni, fino al 2021 (675 mila euro la spesa solo per Grosseto, quasi 9 milioni nel complesso e per l'intero triennio in tutta la Toscana). Il Comune si impegna a dare continuità al progetto almeno fino alla fine del 2023.

A Livorno i vigili di prossimità hanno già preso servizio  il 1 agosto: come a Massa, Piombino, Pistoia, Prato e Pontedera. A Pisa, Arezzo e Viareggio sono operativi dall'inizio di settembre. Campi Bisenzio, Firenze, Lucca, Sesto Fiorentino ed Empoli seguiranno nelle prossime settimane. Nei dieci comuni con più di 55 mila abitanti equivalenti (Viareggio, Pisa, Firenze, Massa, Prato, Livorno, Lucca, Pistoia, Grosseto e Arezzo)  la Regione sosterrà la spesa per tre coppie di vigili in tre turni. Gli  altri territori potranno contare invece su due coppie in altrettanti turni giornalieri.

14/09/2019