Teleconsulto pediatrico con il Meyer per i piccoli pazienti dell'Elba

Al via la convenzione tra l'ospedale pediatrico fiorentino e quello di Portoferraio: il sistema telematico metterà in rete i professionisti delle due strutture

I pediatri dell'ospedale di Portoferraio all'Isola d'Elba da oggi hanno un filo diretto con quelli dell'ospedale Meyer di Firenze, per migliorare l'assistenza e le cure ai piccoli pazienti. È appena partita infatti la convenzione tra le due strutture per il teleconsulto, un innovativo sistema telematico grazie a cui i professionisti delle due realtà collaboreranno quotidianamente .

Si tratta di un altro tassello che va ad aggiungersi alla Rete pediatrica regionale. Da circa un anno infatti questo sistema è operativo tra il Meyer e alcuni degli ospedali che fanno parte dell'Asl Toscana Centro. E la Rete pediatrica regionale si avvale già di un servizio di consulenza clinica ed ecocardiografica garantito dalla collaborazione tra il Meyer e la Fondazione Monasterio. Le specialità coinvolte, nella fase iniziale, sono tre - Radiologia, Pronto soccorso e Trauma Center – ma l'obiettivo è quello di estenderlo a tutti i settori.

"La Regione Toscana ha puntato molto sul modello a rete, in molti settori del nostro sistema sanitario - sottolinea l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - la rete pediatrica regionale è nata per assicurare a tutti i bambini toscani, ovunque essi vivano, la stessa elevata qualità di cure. Questa è una sfida che coinvolge tanti professionisti toscani e l'ospedale pediatrico Meyer, a cui la legge regionale ha affidato il ruolo di governo operativo e coordinamento del network. In questo modo, l'alta professionalità degli specialisti del Meyer potrà dare risposte ai piccoli pazienti e alle loro famiglie, nel luogo più vicino alla loro abitazione. Si comincia dall'isola d'Elba, poi il progetto si allargherà agli altri ospedali".

Il sistema prevede lo scambio per via informatica di dati sanitari e soprattutto di immagini tra gli specialisti degli ospedali coinvolti nel progetto. Questo permette una risposta preventiva sulle modalità di conduzione degli esami clinici e sulla migliore scelta diagnostica e terapeutica da effettuare.

Il sistema di teleconsulto avviene su supporto informatico (supporto di Estar): grazie al quale ogni professionista delle Unità operative degli ospedali dell'Area nord ovest potrà interfacciarsi con il Meyer, per scambiare dati per condurre indagini diagnostiche e definire diagnosi e cura. Ogni quesito posto contempla una risposta con firma digitale, così come ogni richiesta avrà un ordine di urgenza, con una precisa tempistica da osservare per la riposta. L'aspetto fondamentale del sistema è infatti rappresentato dalla possibilità di condividere in massima sicurezza e tutela della privacy dati sanitari per migliorare i percorsi diagnostici e di cura dei bambini.

25/09/2019