Cultura/

Tempo reale e tempo della realtà: preziosi orologi in mostra a Firenze

Una mostra inedita sull’importante collezione di orologi conservata nei prestigiosi ambienti di Palazzo Pitti

Orologio da mensola, Francia, 1810 circa

Tempo Reale e tempo della realtà” è il titolo dell’esposizione che mette in mostra per la prima volta l’importante collezione di orologi conservata a Palazzo Pitti, in tutto circa sessanta orologi selezionati da un patrimonio totale di oltre 200 esemplari.

“Apprezzati anche a Firenze non solo come oggetti d’arte, spesso di lusso e pregio inaudito, ma anche per il fatto di essere automi meravigliosi – come si sa dalle fonti fin dai tempi di Lorenzo il Magnifico – gli orologi delle collezioni medicee e lorenesi ci restituiscono l’immagine di una corte dove le competenze meccaniche e tecniche erano ammirate non meno delle doti creative degli orafi che inserivano i meccanismi entro complesse decorazioni (molto spesso popolate di allegorie sul Tempo) e dove addirittura si stipendiava un orologiaio per mantenere in ordine i delicati meccanismi di questi oggetti preziosi.” Ha dichiarato Eike Schmidt, il Direttore delle Gallerie degli Uffizi.

Unione di due poli apparentemente opposti: arte e scienza l’orologio ha affascinato i nobili abitanti della Reggia sia i Medici che i Lorena, che si servirono dei migliori maestri attivi in Italia, e non solo, invitandoli presso la propria corte per la creazione di importanti pendole. Ogni pezzo esposto ci dimostra quanto fosse importante dare al tempo una materializzazione simbolica. Principali fonti di ispirazione per gli artigiani che decoravano questi manufatti furono le divinità mitologiche, personificazione di idee astratte legate allo scorrere delle ore, ma anche animali dal significato metaforico, come nell’esemplare di orologio da mensola allocato sul dorso di un elefante, simbolo di pazienza e longevità.

In mostra opere d’eccezione, pezzi unici come la monumentale figura marmorea di Kronos di Gherardo Silvani nel cortile del Palazzo e l’Orchestrion esposto nella Sala della Musica, congegno in grado di suonare come un’orchestra, regolato dall’orologio a lira posto sulla sua sommità.

sfoglia la gallery

Tempo reale e tempo della realtà
Dal 13 settembre 2016 all’8 gennaio 2017
Palazzo Pitti, Galleria d’arte moderna
Orario: da martedì a domenica, ore 8,15-18,50, chiusura: tutti i lunedì
Per informazioni: 055 238 8651, ga-uff@beniculturali.it

Vedi mappa
I più popolari su intoscana