Enogastronomia/

Tra maschere, carri e coriandoli, ecco i dolci da portare in tavola

Cenci fritti, berlingozzo e fritelle di San Giuseppe: prelibatezze toscana per festeggiare il Carnevale anche a tavola

I dolci del Carnevale, le ondine alla crema - © Simona Bellocci

A Carnevale, tra coriandoli, eventi nei rioni, veglioni e sfilate dei carri , la festa si porta non solo in strada ma anche a tavola. In Toscana infatti non mancano i dolci che si preparano, secondo le ricette tradizionali, proprio nei mesi dei grandi corsi mascherati, tra febbraio e marzo.

Su tutti i  Cenci Fritti, il piatto del Carnevale per definizione: i rettangoli di pasta dolce fritta, ricoperta di zucchero a velo, sono deliziosi e semplici da preparare.

Ecco la ricetta. Unite a 300 grammi di farina due uova leggermente battute, 3 cucchiai di olio d’oliva toscano e 100 grammi di zucchero. Lavorate la pasta finché non diventa liscia, poi stendete una sfoglia alta un paio di millimetri e tagliatela in rettangoli lunghi e stretti. Friggete i rettangoli di pasta nell’olio caldo finché non diventano gonfi e dorati, poi scolateli e cospargeteli di zucchero a velo.

Se poi volete scoprire le ricette anche le ricette del Berlingozzo e delle frittelle di San Giuseppe, leggete questo post della nostra giornalista Ilaria Giannini su “Visit Tuscany”.

I più popolari su intoscana