Attualità/

Treni, raddoppia la Lucca-Pistoia Lavori al via da settembre 2015

Prima tranche da Pistoia a Montecatini dopo l’estate. Il completamento del raddoppio previsto per giugno 2020

Stazione serravalle pistoiese

Circa cinque anni per completare il raddoppio della linea ferroviaria Lucca-Pistoia, eliminare gli undici passaggi a livello ed un investimento complessivo di 450 milioni di euro, di cui 235 da parte della Regione. Il programma dei lavori presentati a Lucca da Regione Toscana e Rfi (Rete Ferroviaria Italiana, che gestisce per conto delle Ferrovie dello Stato la rete infrastrutturale) conferma l’investimento regionale sulla mobilità su ferro, rendendo la tratta della vecchia Ferrovia Maria Antonia (questo il nome in epoca granducale) competitiva con la dirimpetta autostrada A11.

Nel dettaglio i lavori cominceranno con la Montecatini-Pistoia, dove è previsto uno degli interventi di maggiore complessità, come la realizzazione di una nuova galleria situata nel comune di Serravalle Pistoiese. Oltre a questo, lungo i 13 kilometri della tratta, sono previste anche parziali variazioni di tracciato. Differente invece la situazione tra Montecatini e Lucca (31 kilometri), dove verrà realizzato esclusivamente il raddoppio della linea attuale, con le maggiori difficoltà all’interno dell’abitato di Montecatini.

Grazie a questi interventi la potenzialità della linea passerà da 73 a 225 treni giornalieri, e consentiranno una maggiore fluidità nella circolazione ferroviaria con un incremento degli standard di puntualità e di regolarità di traffico, spesso rallentato proprio dall’attesa dei treni in stazione per lo scambio.

Ti potrebbe interessare anche :

Treni, 10 milioni per la Lucca-Aulla Un mese di lavori sulla linea

Treni, puntualità al 93% ad aprile Bonus solo per la Prato-Bologna

Prossima fermata Medioetruria Trenitalia ed Ntv interessate

I più popolari su intoscana