Un mostra a Firenze per i 100 anni della comunità ebraica in Toscana

Dal 20 dicembre Palazzo Medici Riccardi ospiterà la mostra "Ebrei in Toscana XX-XXI secolo"

La storia della Toscana è stata fatta anche dalle comunità ebraiche: c'è il gruppo di Livorno, il più numeroso, poi quello di Firenze, quello di Pisa, il piccolo nucleo di Pitigliano. Ci sono i Nunes a Piombino, i Bemporad a Rosignano o i Finzi ad Anghiari. La mostra "Ebrei in Toscana (XX-XXI secolo)" allestita nei locali della Sala delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi a Firenze nasce proprio con lo scopo di ricostruire la storia di queste comunità nell'ambito delle iniziative che la Regione Toscana ha finanziato per il centesimo anniversario della Prima guerra mondiale e del settantunesimo anniversario della Liberazione del campo di sterminio di Auschwitz.

L'importanza delle comunità ebraiche nella storia della Toscana è legata alla presenza di una rete diffusa e diversificata di gruppi. Ogni comunità, tramite i suoi componenti, ha legami con il resto del mondo. Alcune famiglie provengono dall'antica emigrazione iberica, altre dall'America latina, altre dal bacino del Mediterraneo. Ogni comunità poi ha relazioni con la tradizione sionista nazionale ed europea ed extraeuropea, con i fermenti culturali che attraversano il paese, con le ideologie più significative che lo agitano. Le vicende riguardanti queste comunità vengono narrate allargando lo sguardo, accanto all'irrinunciabile tema della Seconda guerra mondiale e della Shoah, all'intero arco della storia della minoranza ebraica dentro la storia d'Italia: dalla Prima guerra mondiale, ai giorni nostri.

La mostra si avvale della ricerca storico-scientifica condotta dall'Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea della Provincia di Livorno, con la collaborazione della Scuola Normale Superiore di Pisa e di partner di rilevanza nazionale ed internazionale quali il Memorial de la Shoah di Parigi, lo Yad Vaschem di Gerusalemme, il Primo Levi Center di New York. Un progetto di ricerca che si è sviluppato nell'arco temporale di tre anni e che la Regione ha sostenuto per fornire alle nuove generazioni conoscenza e consapevolezza storica e civile del valore della cultura ebraica per la città di Livorno e per l'intera società toscana.

14/12/2016