Un nuovo ingresso e un bookshop sotterraneo per le Cappelle Medicee

Una scalinata in pietra e una piccola piazzetta nel progetto di restyling del museo che ha vinto il concorso e sarà pronto nel 2020

Uno spazio sotterraneo con servizi museali e bookshop, una lunga scalinata in pietra per 'iaffiorare in superficie ed una piazzetta, incastonata tra la Sacrestia nuova di Michelangelo dell'adiacente basilica di San Lorenzo e la cappella dei principi, dove sono accolti i sepolcri dei Granduchi della Toscana.
E' questo il progetto della futura uscita delle Cappelle Medicee a Firenze, redatto dallo studio di architettura Zermani & associati di Parma, vincitore di un bando pubblico. Il concorso, internazionale e nato da una proposta della Fondazione Architetti di Firenze, ha visto la partecipazione di 118 specialisti.

Lo stile della nuova struttura architettonica non sarà invasivo rispetto al contesto ricco d'arte e di storia di piazza San Lorenzo. Per questo sarà caratterizzato da forme lineari e dall'uso di materiali come la pietra forte, di tradizione fiorentina, in armonia con gli edifici circostanti. Senza rinunciare, però, a tratti di contemporaneità, per stabilire la propria autonomia, pur rispettosa del contesto e improntata a minimalismo estetico.

"Entro fine anno  il progetto, esecutivo, verrà messo a gara - ha spiegato la direttrice dei musei del Bargello (di cui fanno parte le Cappelle Medicee), Paola D'Agostino - i lavori partiranno nel 2019: speriamo di concluderli, come anche quelli in corso nella Cappella dei principi, nel 2020". Non ci sarà, ha garantito, "alcuna chiusura del museo durante il loro svolgimento"

13/07/2018