Innovazione/

Università: nasce la biblioteca universale degli Atenei toscani

Dal primo ottobre tramite il portale OneSearch sarà disponibile un punto di accesso unificato ai cataloghi. I titoli consultabili? Più di 3.800.000

È la realizzazione del sogno borgesiano per eccellenza, una biblioteca infinita che va da Siena a Firenze, da Pisa, all’Accademia della Crusca – consentendo di trovare, con un click, tutti i titoli a disposizione di alcune tra le più antiche università europee. E il sogno dello scrittore argentino è diventato realtà grazie a OneSearch, il portale con cui le Università di Firenze, Pisa, Siena e la Scuola Superiore Sant’Anna hanno messo insieme – online – i rispettivi sistemi bibliotecari, riunendo così un immenso patrimonio librario. Con OneSearch sarà infatti disponibile dal 1° ottobre un punto di accesso unificato per le ricerche bibliografiche all’interno dei cataloghi messi in rete. Oltre a quelli citati la piattaforma permette di raggiungere i volumi dell’Università per stranieri di Siena, della Fondazione Ezio Franceschini, della SISMEL (Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino), della Biblioteca regionale Luigi Crocetti, della Biblioteca degli Intronati, di quelle della Provincia di Siena aderenti a ReDoS, dell’Accademia dei Fisiocritici e dell’Istituto Musicale Franci.

Attraverso l’interfaccia di OneSearch è possibile avere una visione complessiva della documentazione disponibile, sia in formato elettronico che cartaceo, risparmiando così tutto il tempo prima disperso per le ricerche in più cataloghi. Impressionante anche il numero dei titoli a disposizione: sono oltre 3.800.000. OneSearch è il primo risultato raggiunto dal Sistema Bibliotecario degli Atenei della Regione Toscana (SBART), che si propone come un modello di collaborazione in ambito pubblico che punti a ottimizzare i risultati sul piano dell’economia di gestione, della qualità e dell’efficacia dei servizi per gli utenti.

Tra i prossimi obiettivi ci sono la possibilità del prestito integrato e l’acquisizione di una piattaforma unica per la gestione di tutti i servizi bibliotecari. Un ulteriore sviluppo garantirà la piena e libera circolazione degli utenti tra tutte le biblioteche, con possibilità di effettuare fotocopie, digitalizzazioni e stampe in tutte le sedi. L’investimento complessivo, finanziato dal MIUR, è di oltre un 1.300.000 euro distribuiti su tre anni.

[Per saperne di più: onesearch.sbart.eu ]

I più popolari su intoscana