Attualità/

Università, orientamento per 140 studenti: Sant’Anna e Normale aprono le porte

I ragazzi sono stati selezionati tra oltre 600 domande e si sono distinti per meriti e voti: in tre settimane conosceranno da vicino l’alta formazione

Giovani studenti lavorano insieme in un parco davanti al computer - © ESB Professional

Sarà un primo contatto con il mondo della formazione universitaria per circa 140 tra studenti e studentesse particolarmente meritevoli che hanno appena concluso il penultimo anno delle scuole superiori e che hanno superato la fase di selezione per i due corsi della scuola di orientamento, promossi da Scuola Superiore Sant’Anna e Scuola Normale Superiore di Pisa. Un terzo corso è promosso dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS Pavia.

Chi partecipa alle attività di orientamento

I corsi, nell’arco di tre settimane, segneranno il ritorno in presenza e la partecipazione resta completamente gratuita. Le attività di orientamento si rivolgono a studenti di alto merito, che si sono distinti per i risultati scolastici e per l’elevato profilo personale, selezionati tra oltre 600 domande. Le attività alternano lezioni universitarie a visite nei laboratori a tanti altri momenti di condivisione e sono state pensate per favorire una scelta degli studi universitari più consapevole, matura e meditata. Le lezioni, le tavole rotonde e i seminari saranno tenuti da docenti, ricercatrici e ricercatori delle Scuole.

Una sessione sarà dedicata ad approfondire le modalità del concorso di ammissione e a fornire indicazioni, grazie anche alle testimonianze delle allieve e degli allievi delle Scuole, su come prepararlo al meglio.

L’esperienza delle Scuola di orientamento prosegue una ormai lunga tradizione – afferma il professore Emanuele Rossi del Sant’Anna che, insieme ai colleghi Chiara Cappelli della Scuola Normale e Andrea Tiengo della Scuola IUSS Pavia, coordina il gruppo di lavoro organizzativo – in grado di offrire ai partecipanti un punto di vista privilegiato sull’università come luogo non soltanto di trasmissione del sapere ma anche di crescita umana e culturale, nel comune intento di esplorare i confini più avanzati della ricerca scientifica”.

 

I più popolari su intoscana