Ambiente/

Viareggio: Obiettivo Rifiuti Zero per le imprese balneari

Nel 2012 gli stabilimenti balneari cittadini hanno raccolto 152 tonnellate di rifiuti differenziati

La Rete Imprese Balneari di Viareggio, dopo il progetto “Carnevale Sicuro”, non si ferma e continua ad operare energicamente in direzione di una migliore qualità della vita e verso uno sviluppo sempre più sostenibile. Non solo tutela della salute, ma anche rispetto dell’ambiente e preservazione del litorale viareggino sono obiettivi fondamentali che la Rete, sin dalla sua nascita, si è prefissata.
 
Cosciente della grande responsabilità ecologica che il proprio ruolo sul litorale della Versilia comporta, uno dei propositi che la Rete ha è quello di offrire ai bagnanti la possibilità di rilassarsi e soggiornare presso Spiagge sempre più pulite, prive di barriere architettoniche e soprattutto Sicure. Un progetto che vuole realizzare mediante una gestione orientata verso lo sviluppo sostenibile, l’ecologia, la Green Economy, il Green Job e la diffusione di buone prassi sociali e ambientali per il perseguimento di obiettivi di qualità nel medio e lungo periodo.

Nel 2012 gli stabilimenti balneari di Viareggio, grazie al progetto di tutela ambientale messo a punto, hanno raccolto 152 tonnellate di rifiuti differenziati, ben 10 tonnellate in più rispetto alla stagione precedente. Un risultato che denota un grande successo dell’iniziativa che la Rete Imprese Balneari di Viareggio punta a bissare anche nel corso del 2013. Continuerà infatti anche durante la prossima stagione balneare la campagna “Obiettivo Rifiuti Zero”, nata in collaborazione con Sea Risorse. Il progetto di raccolta differenziata “in riva al mare” non si ferma e, anzi, sarà ulteriormente ampliato, con l’installazione di nuove “isole ecologiche” che andranno ad aggiungersi alle numerose già esistenti, dedicate a coinvolgere i bagnanti, sia residenti che turisti, nel rispetto del litorale viareggino.

I più popolari su intoscana