A Castiglione della Pescaia grande Festa del Cinema di Mare

di Elisabetta Vagaggini

Dall'11 al 15 settembre la località turistica maremmana riscopre il suo rapporto con il mare con la rassegna cinematografica diretta da Claudio Carabba. Ospiti il regista Gianni Amelio e lo sceneggiatore Enrico Vanzina

Saranno lo sceneggiatore Enrico Vanzina e il regista pluripremiato Gianni Amelio gli ospiti d'onore della IV edizione della Festa del Cinema di Mare, IV edizione, che si terrà dall'11 al 15 settembre a Castiglione della Pescaia. Una località, Castiglione, molto legata alla sua terra, alla sua campagna, alle colline e agli antichi castelli, che ha riscoperto solo nella storia "recente" (all'incirca negli ultimi cento anni), un nuovo rapporto con il mare - come ha sottolineato l'assessora alla Cultura e al Turismo del Comune, Susanna Lorenzini, nel corso della conferenza stampa di presentazione, venerdì 6 settembre in Mediateca Toscana.

Un mare bello e ancora da bandiera blu, quello di Castiglione della Pescaia, fonte di ricchezza per il turismo e la pescosità delle acque, che adesso (11- 15 settembre), sarà al centro di una rassegna cinematografica che ne valorizza il rapporto con la città e il territorio, La Festa del Cinema di Mare, diretta dal critico del Corriere della Sera, Claudio Carabba. Un festival che si tiene in memoria e nel nome di Mauro Mancini - firma storica del quotidiano La Nazione, rimasto vittima del naufragio della spedizione effettuata con Abrogio Fogar nel 1979, nelle acque prospicienti l'Argentina, che ne causò la morte, dopo aver trascorso 74 giorni alla deriva su un gommone di salvataggio - che proprio a Castiglione della Pescaia si recava per uscire in mare con la barca a vela e coltivare la sua passione per il mare.

Durante i quattro giorni di programmazione, gli appuntamenti si alterneranno tra film, incontri, letture, concerti, il concorso dei cortometraggi e il premio cinematografico dedicato a “Mauro Mancini”. Si cominicia mercoledì 11 dal cinema di Gianni Amelio, presente a Castiglione, maestro del cinema italiano, con la proiezione di Lamerica, in versione italiana con i sottotitoli in inglese, pellicola che si conclude proprio con le immagini di una nave, a 25 anni dall’uscita nelle sale;  l'evento di chiusura vedrà invece ospite Enrico Vanzina, che presenterà il libro “Mio fratello” (ore 18, presso la piazza G. Solti), dedicato al fratello Carlo, recentemente scomparso, a cui seguirà la proiezione in versione restaurata (grazie alla Cineteca di Bologna), di Sapore di mare (ore 21,30, sabato 14 settembre, cinema Castello).

Il tema del rapporto tra cinema e mare sarà sviluppato dai film Alla ricerca di Europa, di Alessandro Scillitani, con Paolo Rumiz, giornalista de La Repubblica, scrittore e viaggiatore, e Piero Tassinari, storico e skipper; Styx, di Wolfgang Fischer, documentario sull’odissea personale di Rike (Susanna Wolff), una donna, medico e appassionata velista, che decide di salpare alla volta dell’Isola di Ascensione; Follow the wind, racconto delle avventure dello sportivo Jerrie van de Kop; il noto Welcome, di Philippe Lioret, che vede una delle migliori interpretazioni di Vincent London, insieme a quelle di Firat Ayverdi, Audry Dana e Thierry Godard, storie di immigrati che tentano la via del mare da Calais, in cerca di una vita migliore; Wolf call, action movie ambientato in un sottomarino, film d’esordio del regista Antonin Baudry; infine il documentario Diario di tonnara, del regista sardo Giovanni Zoppeddu, che rende omaggio ad un altro grande documentarista, Vittorio De Seta.

“La 4/a edizione della Festa del Cinema di Mare - afferma il direttore artistico Claudio Carabba - prevede film spettacolari, proiettati ogni sera, corredati da incontri culturali e concerti nel pomeriggio, mantenendo comunque il focus sul rapporto tra uomo e mare. Tra le novità di questa edizione, oltre al premio Mancini, ci sarà il premio “Guido Parigi” al miglior corto di taglio giornalistico e reportage, intitolato al giornalista della Nazione scomparso nel 2017”.

“Il nostro territorio è ben felice di ospitare la manifestazione cinematografica - aggiunge Susanna Lorenzini, assessore alla cultura di Castiglione della Pescaia - nella quale cerchiamo di valorizzare le location del territorio, in relazione alla tematica trattata. Il Club Velico, la Biblioteca Italo Calvino, il panoramico Cinema Castello e il peschereccio dove verranno fatte le letture, saranno i luoghi privilegiati della manifestazione”.

L'organizzazione dell'evento, che si avvale del patrocinio del Comune di Castiglione della Pescaia - è affidata all'associazione fiorentina Quelli dell’Alfieri. “Pur avendo sede a Firenze - afferma il presidente Lorenzo Luzzetti - e gestendo lo Spazio Alfieri, ci sentiamo vicini a Castiglione, dal momento che alcuni di noi vengono dalla Maremma, e teniamo molto a valorizzarne il territorio. L’idea del festival nasce quattro anni fa proprio per valorizzare Castiglione della Pescaia, celebrandone il rapporto con il mare”.

Tanti gli eventi speciali, tra aperitivi, concerti, perfomances, letture. Venerdì 13 sera si terrà inoltre l’incontro “La costa toscana giorno per giorno: passato e futuro” con Eugenio Giani, presidente del Consiglio della Regione Toscana, che presenta il libro “La Toscana giorno per giorno”, con Giovanni Maffei Cardellini (presidente Parco regionale di Migliarino-Massaciuccoli-San Rossore) e Lucia Venturi (presidente Parco regionale della Maremma). Sabato 14 sarà inoltre conferito il riconoscimento speciale dedicato alla memoria del giornalista Guido Parigi Bini, che ha sempre seguito con amicizia e interesse il festival, giornalista della Nazione e curatore della collana "Il tagliamare". Il riconoscimento, a lui dedicato, sarà assegnato al miglior cortometraggio di taglio giornalistico ed è offerto dall’Hotel Miramare (ore 21, Cinema Castello).

 

06/09/2019