A Pontassieve torna la rassegna cinematografica 'Cinelandia'

Dal 16 gennaio al 2 aprile ogni giovedì, novità del 2020 'Cena-Cine': ogni settimana uno sconto speciale in uno dei locali aderenti all’iniziativa

Da The Farewell di Lulu Lang a Sorry We Missed You di Ken Loach, sono tanti i film d'autore che arriveranno a Pontassieve per la rassegna Cinalandia, giunta quest'anno alla sua 25esima edizione. Compie un quarto di secolo la manifestazione che, nel corso di questi anni ha portato a Pontassieve 275 film d’autore, a un prezzo ridotto, ospitando ogni giovedì, circa 50.000 spettatori. 

I titoli proiettati, grazie all’accurato lavoro di selezione del responsabile del Centro di Documentazione audio-visivo del Comune, Giacomo De Bastiani, che di Cinelandia è l’ideatore e il curatore, sono scelti tra quelli dei principali festival internazionali. Sono film e documentari che si occupano di diritti civili e umani, che ne denunciano violazioni o che semplicemente ci aiutano a interpretare con uno sguardo più consapevole il mondo in cui viviamo e che stiamo contribuendo a costruire.

Novità di quest’anno l’iniziativa Cena-Cine, che celebra il connubio tra buon cibo e buon cinema: i ristoranti di Pontassieve adotteranno un film ciascuno e con il biglietto ingresso, lo spettatore di Cinelandia avrà diritto a uno sconto individuale del 20% entro la settimana successiva alla proiezione, in quello specifico ristorante.

Giovedì 16 gennaio, alle ore 21.00, prenderà ufficialmente il via Cinelandia 25, con il documentario Gay Chorus Deep South, del regista David Charles Rodrigues. Il documentario che racconta del coro maschile gay di San Francisco e del loro viaggio per celebrare il potere della musica nell’unire persone aldilà delle differenze. La serata – in collaborazione con Florence Queer Festival - sarà aperta alle ore 20 dall’esibizione della formazione Corale CHOREOS, nata a gennaio 2018 all’interno di Ireos, l’associazione di volontariato che opera contro ogni genere di discriminazione.

Prima del film in programma anche un aperitivo offerto dalla Casa del Popolo di Pontassieve e gli interventi di Bruno Casini e Roberta Vannucci, direttori artistici del Florence Queer Festival e di Barbara Caponi, presidente di Ireos.

Proiezioni ogni giovedì sera alle 21.00 fino al 2 aprile.
Biglietti 5 euro, (possibilità di acquisto della Cinelandia card che consentirà la visione di cinque film al costo di 20,00 euro).

15/01/2020