Il cinema toscano ai David di Donatello: in lizza i fratelli Taviani

Candidati Paolo e Vittorio Taviani per la migliore sceneggiatura non originale del film “Una questione privata” e il costumista fiorentino Massimo Cantini Parrini per “Riccardo va all'inferno”

Il cinema toscano è in gara ai David di Donatello 2018, i prestigiosi premi giunti alla 62ima edizione che saranno assegnati il 21 marzo. In lizza i registi toscani Paolo e Vittorio Taviani, candidati per la migliore sceneggiatura non originale del film “Una questione privata”. I maestri del cinema sono tornati a raccontare dei tempi di guerra, ma questa volta dalla prospettiva, privata e intima, di tre ragazzi, Milton e Giorgio e Fulvia. I due amano e corteggiano la ragazza ma tra gli orrori della guerra e la Resistenza partigiana, il racconto si focalizza sulla folle gelosia di Milton, che pensa che Giorgio sia finalmente riuscito a coronare il suo sogno d'amore con Fulvia.

Per la sezione miglior costumista, in lizza il fiorentino Massimo Cantini Parrini, che ha firmato i costumi del film “Riccardo va all'inferno”, di Roberta Torre. Tra le altre candidature, alcune si collegano direttamente con il cinema della nostra regione, come quella a miglior costumista ad Alessandro Lai, che ha firmato i costumi di “Napoli Velata” di Ferzan Özpetek e in questi mesi, insieme a Piero Risani, sta conducendo alle Manifatture Digitali Cinema di Prato, la Bottega di Alta specializzazione “Costumi Rinascimento”.

Un progetto che rientra nelle attività cinematografiche di Fondazione Sistema Toscana e che vede impegnato un gruppo di 35 allievi – composto da professionisti della sartoria, insieme a neofiti della materia – che stanno facendo un'esperienza completa sulla progettazione e produzione di costumi e accessori per l'audiovisivo.
I partecipanti a Costumi Rinascimento realizzeranno i costumi per la terza stagione della serie tv “I Medici”, prodotta da Lux Vide, partner della “Bottega”, che sarà trasmessa su Rai 1 prima di essere distribuita nel mercato internazionale.

16/02/2018