N.I.C.E. FESTIVAL, LA 23ESIMA EDIZIONE RIPARTE DALLA RUSSIA

Film "A casa tutti bene"

Ospiti della manifestazione, l'attrice Carolina Crescentini, protagonista di 'A casa tutti bene', e il regista del Easy, Andrea Magnani

Dopo la prima edizione del Festival del Cinema Russo a Firenze, tenutosi lo scorso febbraio al cinema La Compagnia, il Nice festival riparte con il tour della 23esima edizione, per la promozione del nuovo cinema italiano nel mondo, con le tappe a Mosca,  San Pietroburg e Novosibirski.

Ad aprire la 23esima edizione del festival sarà a Mosca, al Cinema Illusion e a San Pietroburgo, al Cinema Museo Rodina, il regista esordiente Andrea Magnani, che ha firmato il film Easy e l'attrice Carolina Crescentini - ospiti d'onore del festival - quest'ultima coprotagonista del film d'apertura A casa tutti bene, affermatasi fin da giovanissima nel panorama cinematografico e televisivo italiano.

A Mosca i film italiani tornano nella loro storica location, il rinnovato Cinema Illusion, cinema storico, e alla Tret’Jakov Gallery che, oltre a custodire la più importante collezione del patrimonio artistico russo, offre una sala di proiezione pubblica dedicata prevalentemente ai documentari.

Insieme al Direttore di N.I.C.E., Viviana del Bianco, presenteranno la manifestazione Olga Strada, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Mosca, Naum Kleiman, storico del cinema e Maxim Pavlov, responsabile Cinema Tret’Jakov Gallery.

La selezione di film di quest’anno in concorso comprende i film Manuel (Manuel), di Dario Albertini, Easy (Easy) di Andrea Magnani, La terra dell’Abbastanza (Boys Cry), di Damiano e Fabio D’Innocenzo, Hotel Gagarin (Hotel Gagarin, di Simone Spada.), Beate, di Samad Zamardilli.

Nelle tappe russe del Nice festival, spazio a film e documentari prodotti e girati in Toscana, tra cui Gli Ultimi Butteri (The last Italian Cowboys), docufilm di Walter Bencini, Quanto Basta (As Needed), lungometraggio di Francesco Falaschi, Tutto il Mondo Piano Piano (The Whole World, One Step at a Time), corto di Gianmarco D’Agostino, Come La prima volta (AsThe First Time) corto di Emanuela Mascherini.

In collaborazione con Fondazione Museo Zeffirelli Firenze si terrà la proiezione di Un te con Mussolini (Tea with Mussolini), di Franco Zeffirelli, mentre in collaborazione con il Festival dei Popoli sarà presentato La Convocazione (The Call), di Enrico Maisto e Aperti al Pubblico (Open to the Public), di Silvia Bellotti.

09/04/2019