Roberto Benigni e Matteo Garrone a Cinè: 'Pinocchio' uscirà a Natale

di Elisabetta Vagaggini

Il regista di Gomorra e Dogman, insieme al piccolo diavolo del cinema italiano, alle giornate professionali di Riccione, dedicate agli esercenti, hanno mostrato le prime immagini del nuovo film sul burattino più famoso al mondo

A 'Ciné. Giornate di Cinema', l'evento dedicato all'incontro tra distributori e esercenti cinematografici, durante il quale vengono presentati i film che vedremo nelle sale il secondo semestre del 2019, che si è appena concluso al Palazzo dei Congressi di Riccione, sono arrivati a sorpresa sul palco Matteo Garrone e Roberto Benigni.

Il regista Gomorra, Il racconto dei racconti e Dogman, e il piccolo diavolo del cinema italiano, hanno dato l'annuncio che la nuova trasposizione di Pinocchio, girata in parte in Toscana con la collaborazione di Toscana Film Commission, in alcune location nel territorio di Sinalunga, uscirà il prossimo Natale. "Pinocchio a Natale è un binomio meraviglioso" ha esclamato Roberto Benigni, a fianco a Matteo Garrone, a margine della proiezione delle primissime immagini del film in cui interpreta Geppetto.

L'uscita è strategica, il 25 dicembre, proprio il giorno nel quale molte famiglie, terminato il lungo pranzo natalizio, portano i propri figli a vedere film ispirati alle favole, o in ogni caso, dai contenuti rassiicuranti. Inoltre Pinocchio riesce ad anticipare un competitor di non poco conto, il nuovo film con Checco Zalone (Tolo Tolo. che sarà in sala dal 1 gennaio).

Come si legge in un lancio dell'agenzia Ansa, Garrone ha dichiarato: "'è un progetto che inseguivo ormai da anni. Il primo storyboard l'ho fatto a sei anni. Nasce racconto per bambini e poi anche per i grandi. Io ho cercato di fare un film che potesse arrivare a tutti". 

"Dopo aver fatto Pinocchio - ha dichiarato invece Benigni, che al burattino nato dalla penna di Carlo Collodi aveva dedicato una pellicola nel 2002 - era naturale che 20 anni dopo interpretassi Geppetto. Questo di Garrone è un film meraviglioso, non sta a noi forse dirlo ma sta a voi vederlo".  E naturalmente non ha risparimiato al pubblico di esercenti le sue battute più pungenti: "Vi do lo scoop: Garrone, il regista dell'Imbalsamatore, di Gomorra e di Dogman, per la prima volta nel suo cinema si lancia nel lieto fine". "Ma sei sicuro? - ha chiesto a Matteo Garrone - Non è che arriva la Fata Turchina e gli viene un infarto? O arriva Mangiafuoco e fa una strage? Matteo mettici qualcosa di tuo se no la gente non ti riconosce".

Insomma tra anticipazioni, battute, sorprese, cresce la curiosità per vedere il nuovo Pinocchio, che vede nel cast il giovanissimo Federico Ielapi, il Geppetto Roberto Benigni, Mangiafuoco alias Gigi Proietti, il Gatto Rocco Papaleo e la Volpe Massimo Ceccherini, la Fata turchina adulta Marine Vacth, la Fatina bambina Alida Baldari Calabria e, tra gli altri, il Pappagallo Marcello Fonte (il protagonista di Dogman). Il film nasce da una coproduzione internazionale Italia/Francia, è prodotto da Archimede con Rai Cinema e Le Pacte, con Recorded Picture Company, in associazione con Leone Film Group, con il contributo del MiBAC - Direzione Generale Cinema - e di Eurimages,  con il sostegno della Regione Toscana - Toscana Promozione e delle Regioni Puglia e Lazio.

04/07/2019