Six Underground, si gira a Firenze: un indotto milionario per la città

Le scene dell'action movie di Netflixi girate nel capoluogo toscano sono spettacolari: c'è anche un parkour sulla cupola del Duomo

Continuano a Firenze le riprese di Six Underground, l'action movie di Netflix diretto da Michael Bay con protagonista Ryan Reynolds: nel capoluogo toscano sono state girate azioni particolarmente spettacolari, compreso un parkour sulla cupola del Duomo, una scena "inedita, nella storia del cinema", come ha sottolineato ieri Michael Bay in un incontro con la stampa.
"Ho girato questo momento del film con un team fra i migliori esperti di parkour provenienti dalla Gran Bretagna
- ha raccontato Bay - che erano assicurati con dei cavi mentre facevano la scena sulla cupola del Duomo. I cavi saranno rimossi con tecniche digitali e il risultato finale mostrerà una caduta dalla sommità alla base della cupola. Nessuno aveva mai fatto qualcosa del genere sul punto più alto del Duomo di Firenze", ha sottolineato Bay.

Le riprese del film hanno una ricaduta economica importante su Firenze: frutteranno al Comune complessivamente oltre 500mila euro, come ha reso noto la vicesindaco Cristian Giachi. La cifra, ha spiegato Giachi, tiene conto "dell'importo del suolo pubblico, dell'erogazioni di servizi, dell'impatto economico derivante da ingressi nei musei". Per quanto riguarda la ricaduta complessiva a beneficio della città, la vicesindaca ha ipotizzato che si parli di "somme ben superiori al milione di euro".

Firenze è stata scelta perché, come ha spiegato Micheal Bay, "non ha mai ospitato una grande scena di inseguimento automobilistico. Sarà la prima volta".
"Le scene che stiamo girando a Firenze saranno complessivamente della durata di 15-17 minuti - ha aggiunto Bay - e di grande impatto spettacolare. Voglio ringraziare tutte le persone di Firenze che sono state molto ospitali. E noi siamo ospiti qui e stiamo provando a rispettare la città. Sappiamo anche che Firenze è una città turistica ed abbiamo reso le nostre riprese divertenti per i turisti: abbiamo fatto foto con loro, ci ha fatto piacere che abbiamo voluto vedere le riprese del film".
Il film porterà in tutto quasi 90 milioni di euro di indotto in Italia.

28/08/2018