Bagno di folla per salutare il nuovo Ponte del Manetti

In tanti, e molti in bicicletta, sono accorsi per assistere al taglio del nastro del nuovo Ponte Lopoldo II. L'opera progettata dall'architetto Alessandro Manetti nel 1833 doveva servire per collegare i possedimenti della famiglia dei Medici: da un lato le Cascine di Tavola volute da Lorenzo dei Medici nel 1470, dall'altro la splendida Villa, oggi patrimonio dell'Umanità-

A distanza di quasi due secoli, si ricompone il sogno che fu del Granduca di Toscana