#spiaggepulite, la Toscana lancia la campagna sulla costa

Una campagna di comunicazione e sensibilizzazione per promuovere una costa attenta all'ambiente, sempre più accogliente e vivibile, un intervento che arriva dopo la legge sulla 'Toscana plastic free'. Una delle iniziative in corso è dunque la campagna #spiaggepulite curata da Fondazione Sistema Toscana e che la Regione ha messo a punto insieme ad Anci e Associazione dei Balneari.

Un kit composto da due pannelli (in materiale riciclabile) e delle locandine arriveranno ai concessionari degli stabilimenti della costa, in italiano ed inglese. E poi ci saranno cartoline, adesivi, un sito internet e cover per personalizzare i propri profili sui social, aderendo alla campagna per una Toscana del mare più pulita. 

La plastica monouso costituisce infatti il maggior fatotre di inquinamento degli arenili e del mare stesso, ecco dunque che diventa importante sensbilizzare e informare cittadini e turisti. Regole che sono state sancite dalla leggge che bandisce stoviglie ed oggetti di plastica usa e getta in spiaggia e negli stabilimenti balneari ma anche nel corso di eventi e fiere. Un risultato che la Toscana ha ottenuto tre anni prima rispetto alle direttive europee. 

Chi non si adeguerà alla normativa rischia una multa tra i 1032 e 3098 euro.

Intanto la Regione, con l'occasione ha ricordato che i problemi dell'inquinamento dell'ambiente non derivano esclusivamente dalla plastica. Altro grave danno arriva dai mozziconi di sigaretta. Così anche in questo caso le amministrazioni comunali si sono messe al lavoro o tramite espressi divieti di fumo oppure con l'installazione di contenori ermetici in spiaggia, per evitare l'abbadono a terra delle sigarette.