Poggio al Tesoro: l'eccellenza delle cantine Allegrini a Bolgheri

L’eccezionale valore del territorio unito all'esperienza è il mix vincente che ha reso possibile la creazione di vini di forte identità, capaci di esprimere complessità e potenza, eleganza e profondità

A pochi passi dal mare, al centro della Maremma livornese, sulle ultime propaggini delle Colline Metallifere si trova Bolgheri, frazione del comune di Castagneto Carducci. In questo territorio dal sapore salmastro prendono forma i grandi vini dell'azienda Poggio al Tesoro della famiglia Allegrini, che da decenni appassionano i wine lovers di tutto il mondo.  

L’eccezionale valore dell’area unito all'esperienza è il mix vincente che ha reso possibile la creazione di vini di forte identità, capaci di esprimere complessità e potenza, eleganza e profondità. Così, in pochissimi anni e moltissimo lavoro ha preso forma e vita Poggio al TesoroVini che sono espressione di una terra magica, che ha saputo dare senso alle fatiche dell’uomo, che ha ripagato anche abbondantemente gli sforzi degli uomini; terra nella quale si mischiano e fondono suoli remoti e opposti, provenienti dalle terre e dal mare creando una miscela di elementi unica ed irripetibile.

I terreni caratterizzati da sabbie ricche di scheletro sono stati scelti per coltivare vitigni che esprimono concentrazione e potenza, come il Cabernet Sauvignon ed in particolare il Cabernet Franc. Nei terreni argillosi e ricchi di minerali sono coltivati invece vitigni come il Merlot, nei quali si ricercano l’eleganza, i profumi e l’armonia. Nel vigneto di Via Bolgherese si praticano leggere lavorazioni in modo da mantenere i terreni sempre freschi ed arieggiati, mentre a Le Sondraie è in uso l’inerbimento temporaneo (durante i mesi invernali-primaverili) con essenze di graminacee, per contenere il vigore e per ottimizzare il rapporto fra temperatura ed umidità.

'Un buon piatto deve essere accompagnato da un buon vino': di questo e di molto altro si è parlato nella prima puntata di 'In Toscana In Cucina' nello spazio di Eataly a Firenze. Con Lorenzo Fortini, enologo dell’azienda Poggio al Tesoro di Bolgheri, abbiamo conosciuto due vini, che abbinati ai piatti della serata la panzanella e il risotto, esaltano al meglio i prodotti toscani utilizzati… E poi con Gerry Grassi, psicologo e psicoterapeuta, abbiamo cercato di capire se c’è una relazione tra “il vino e l’autostima” e parlato quindi del suo libri “Autostima Fai Da Te”. 



Per informazioni:
www.poggioaltesoro.com

 

01/04/2019