All'Aoup Pisa il 1° maggio in ospedale con i piatti degli chef

Nei presidi ospedalieri di Cisanello e di Santa Chiara sono arrivati 'i rinforzi' con eccellenti piatti preparati dagli chef di alcuni ristoranti pisani grazie all’iniziativa promossa da Confesercenti Toscana nord

Un 1° maggio 2020 in corsia sicuramente da ricordare quello nei presidi ospedalieri di Cisanello e di Santa Chiara dove, a mezzogiorno, sono arrivati “i rinforzi” con eccellenti piatti preparati dagli chef di alcuni ristoranti pisani grazie all’iniziativa promossa da Confesercenti Toscana nord.

Così, con un coordinamento perfetto messo in piedi già da diversi giorni e che ha coinvolto sia le cucine dei ristoranti che l’organizzazione logistica ospedaliera, ristoratori e operatori sanitari hanno dimenticato per qualche ora i gravi problemi causati dalla pandemia da Covid-19 che ha cambiato le vite di tutti e, almeno per il tempo di un pasto, è stato possibile distrarsi e godersi la prelibatezza delle pietanze preparate e consegnate in tutti i reparti.

All'Aoup Pisa il 1° maggio in ospedale con i piatti degli chef pisani
All'Aoup Pisa il 1° maggio in ospedale con i piatti degli chef pisani


Ad accogliere i rappresentanti dell’associazione di categoria e dei ristoranti che hanno aderito all’iniziativa c’era il direttore amministrativo Carlo Milli insieme all’Hospital disaster manager Carola Martino e al personale della Direzione sanitaria, medica, infermieristica e dell’area tecnica che hanno reso possibile la consegna dei pasti.

Profonda la gratitudine espressa dalla Direzione aziendale agli organizzatori. Momenti come questi di concreta solidarietà, nel giorno consacrato alla festa dei lavoratori, servono a ricaricarsi per continuare ad affrontare con impegno immutato le sfide che quotidianamente ci aspettano.

02/05/2020