San Miniato, 'tartufo di diamante' per il ritrovamento da record

Premio extra per il secondo tartufo più grande trovato a San Miniato (Pisa) dal 1954. È il secondo esemplare e pesa 2 chili e 10 grammi

I ritrovamenti da record fanno sempre notizia. Soprattutto quando all'eccezionalità della dimensione si aggiunge quella del gusto. E così a San Miniato (Pisa) va il premio extra per il secondo più grande tartufo mai ritrovato in questo territorio dal 1954.

Domani, 29 novembre (ore 15), il sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini, e il presidente della Fondazione San Miniato, Delio Fiordispina, consegneranno il premio "Tartufo di diamante" a Mauro del Greco, un tartufaio professionista di Livorno che ha trovato sulle colline intorno alla cittadina del pisano un tartufo di 2 Kg e 10 grammi.

Si tratta del secondo più grande tartufo mai ritrovato in questo territorio dopo quello da 2,520 kg scoperto da Arturo Gallerini, tartufaio detto il "Bego", il 26 ottobre 1954. Il peso viene certificato da apposita pesatura della polizia municipale, unico organismo che nel territorio comunale può validare questo genere di record.

Mauro Del Greco ha trovato il mega-tartufo con l'aiuto del cane Enea. «Il cane scavava, scavava tanto e non si fermava più» ha raccontato Del Greco. «Quando sono andato a aiutarlo ad estrarre il tartufo da sotto terra, non finiva mai».

Il premio è da considerare "extra" perché il fine settimana scorso era stato già consegnato il consueto "Tartufo d'oro" nell'ambito della 48esima Mostra del Tartufo. Ma, spiegano dal Comune di San Miniato, vista l'eccezionalità e la tempistica di questo ritrovamento rispetto alla mostra, è necessario allestire una nuova premiazione coi caratteri della straordinarietà come il "Tartufo di diamante". Sempre dal Comune spiegano che il tartufo non sarà tenuto dal cercatore ma sarà venduto all'asta prossimamente.

28/11/2018