Da Monsummano Terme arriva la cioccolata artigianale Slitti

di Ilaria Giannini

Le creme spalmabili dell’azienda pistoiese sono state protagoniste della quarta puntata di Intoscana Incucina

Una delle migliore cioccolaterie artigianali d’Italia si trova proprio in Toscana, a Monsummano Terme: è l’azienda Slitti, i cui prodotti di punta, le creme spalmabili al cioccolato, sono state protagoniste della quarta puntata di Intoscana Incucina, il format social nato per valorizzare i prodotti tipici del territorio.
Alla serata da Eataly Firenze Slitti ha portato così le sue quattro creme spalmabili, con cui l’azienda si è aggiudicata importanti premi internazionali: la Slittosa, la Nocciolata, la Riccosa e la Gianera.
A presentare i prodotti il titolare Andrea Slitti che insieme al fratello Daniele è alla guida del laboratorio che deve il suo successo alla cura con cui sono scelte le materie prime, sempre di assoluta qualità.

Andrea, come è nata Slitti e perché avete deciso di puntare sul cioccolato?
Nel 2019 abbiamo festeggiato cinquanta anni della nostra azienda che è nata come torrefazione di caffè nel 1969, l’ha aperta mio padre Luciano e via via ha aumentato la produzione, finché nel 1989 siamo subentrati mio e mio fratello e ci siamo fatti prendere dalla passione per il cacao, lo trovavamo confinante con le piantagioni di caffè di cui ci occupavamo e da lì il passo è stato breve.

necci

Come sono nate le creme spalmabili che oggi sono uno dei vostri prodotti di punta? Tutto è iniziato con la Slittosa, che abbiamo realizzato nel 1994 e presentato al primo Eurochocolate a Perugia, poi nel corso degli anni ha avuto delle evoluzioni. Siamo partiti dalla Slittosa che è una crema al cacao e poi abbiamo deciso di creare una crema sempre spalmabile ma al cioccolato e così sono nate Riccosa e Gianera, le due gemelle una al latte e una fondente, a Intoscana Incucina abbiamo portato quella al latte in abbinamento con il neccio. È una crema dove c’è un grosso intervento con la nocciola, super al 50%, proprio perché per rendere il cioccolato più fluido e facile c’è bisogna di una materia grassa come le nocciole.

Fate base in Toscana ma ormai siete conosciuti in tutto il mondo. Come scegliete i vostri ingredienti? A Monsummano Terme abbiamo il laboratorio dove lavorano diciotto dipendenti, con accanto il nostro punto di vendita, e poi siamo presenti in molti negozi tutta Italia e in quindici paesi nel mondo. Noi curiamo molto gli ingredienti, facciamo il cioccolato senza lecitina di soia quindi usiamo solo massa di cacao, burro di cacao, zucchero e latte. Noi utilizziamo il cacao per sostituire la lecitina di soia che normalmente invece viene usata nella produzione del cioccolato e la differenza si sente.

17/01/2020