Wine&Siena: un weekend dedicato alle eccellenze del vino italiano

Il 26 e 27 gennaio a Siena oltre 150 produttori da tutta Italia si presentano, con masterclass e un percorso sensoriale tra i palazzi storici

Arriva il primo grande evento dell’anno in Toscana per parlare di vino ed andare alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche. Wine&Siena si snoda tra il 26 e 27 gennaio nei palazzi storici di Siena, nelle storiche stanze della sede della Banca Monte dei Paschi di Siena, a Rocca Salimbeni, al Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione, a Palazzo Pubblico, al Museo Civico dove fanno bella mostra di sé La Maestà di Simone Martini, Guidoriccio da Fogliano, Il Ciclo del Buongoverno. Ma non solo, entreranno quest’anno nel percorso sensoriale anche Palazzo Squarcialupi, il Santa Maria della Scala, e Palazzo Sansedoni, sede della Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

Oltre 150 produttori selezionati da tutta Italia, con oltre 500 vini in degustazione. Ed ancora, masterclass che proporranno verticali di Gewürztraminer altoatesini, Castello di Albola, Salcheto e Marisa Cuomo. Immaginiamo di passare dal Barolo, al Pinot Noir dell’Alto Adige, passando dal Sauvignon, dalla Ribolla Gialla e dal Friulano del Collio, senza dimenticare il metodo classico dell’Oltrepò Pavese, il Franciacorta, il vino della Valtellina. E poi spostarsi nel Chianti e nel Brunello in Toscana, degustare il Montelfaco dell’Umbria, e poi Nero d’Avola, Grillo e Catarratto dalla Sicilia senza dimenticare i Furore bianchi e rossi della Campania, ma anche l’Asprinio di Aversa, la Falanghina, l’Aglianico. Non potevano mancare Prosecco, Valpolicella, Raboso, Primitivo di Manduria e Tintilia. Non manca lo Champagne. Wine&Siena è anche produzioni tipiche - formaggi, tonno, acciughe, caffè e dolci senesi - birra e distillati.

Sabato 26 gennaio, alle 14.30, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli studi di Siena, si parla di “Nuovi orizzonti del vino italiano fra mercati asiatici, rivoluzione digitale e biologico”, la chiusura dei lavori sarà a cura di Helmuth Köcher.

Le masterclass si terranno tutte a Palazzo Sansedoni. Sabato 26 gennaio, alle 14, Gewürztraminer altoatesini, alle 15.30, Verticale di Nobile di Montepulciano DOCG – Azienda Salcheto. Domenica 27 gennaio, alle 15, Verticale di Furore Bianco Fiorduva DOC - Marisa Cuomo, alle 17, Verticale di Il Solatio - Castello di Albola.

Sabato 26 gennaio, a Palazzo Sansedoni alle 11, “Conosciamo la birra? Tecniche di degustazione di birra artigianale”, in collaborazione con UDB, Unione Degustatori Birra. Alle 17, sempre a Palazzo Sansedoni, “Conosciamo i distillati? Tecniche di degustazione di grappe e acquaviti”, in collaborazione con Anag, associazione nazionale assaggiatori grappa. Il 27 gennaio, alle 11, a Palazzo Sansedoni, il seminario “Conosciamo l’Olio Extra Vergine? Tecniche di degustazione dell’Olio EVO”, in collaborazione con Aicoo, associazione italiana conoscere l’olio d’oliva. I seminari – gratuiti - vanno prenotati alla mail office@meranowinefestival.com, sono aperti infatti ad un massimo di 30 persone.

Wine&Siena 2019 è anche solidarietà. Domenica 27 Gennaio, presso la Sala delle Lupe del Palazzo Comunale, alle 15 si terrà l’asta di Beneficenza e il ricavato verrà devoluto all’associazione autismo Siena “Il Piccolo Principe”. Tutto questo in collaborazione con Rotary Siena, Siena Est e Rotaract Siena. All’asta, chiaramente, grandi vini toscani.

L’ingresso costa 45 euro per l’intera giornata, dalle 11 alle 19.30, il costo è di 30 euro per mezza giornata, dalle 15 alle 19.30. L’abbonamento per due giorni costa 60 euro. 

I biglietti per Wine&Siena sono in prevendita presso Wein Vino Wine, 0577 600392, Strada di Pescaia, 65 Siena, e Confcommercio Siena, 0577 248856, Strada di Cerchiaia, 26 Siena. I biglietti si possono acquistare anche online agli indirizzi https://wineandsiena.com/ e https://meranowinefestival.midaticket.it/.

 

26/01/2019