Livorno, obiettivo Darsena Europa Rilancio con le navi transoceaniche

Il presidente della Regione Enrico Rossi ha presentato a Bruxelles il progetto di rilancio per il porto di Livorno per 200 milioni

La Regione Toscana presenta agli investitori in Europa il progetto di rilancio del porto di Livorno, dal nome 'Piattaforma Europa', mentre continua la caccia agli investitori.

"L'obiettivo è l'attracco di grandi navi, quelle che fanno i trasporti transoceanici e senza le quali un porto come Livorno non ha prospettive di sviluppo - ha dichiarato il governatore della Regione, Enrico Rossi, presentando il progetto a Bruxelles - A chi vincerà la gara chiederemo subito un aumento dei traffici e quindi un contributo al lavoro e alle attività a Livorno è una scommessa importante".

Una tappa obbligata, quella europea, visto che per il suo contributo di 200 milioni la Regione "deve avere il disco verde di Bruxelles" e lo scalo riveste un ruolo "strategico" anche a livello continentale. "Una scommessa legata anche al porto di Piombino - sottolinea Rossi - Sono a favore dell'obiettivo su cui lavora anche il ministro delle Infrastrutture, Giuliano del Rio, di mettere insieme i due porti. Firmeremo presto, nelle prossime settimane, una pre-intesa fra le due autorità portuali, per avere unico organo di direzione".

"Un'opera che fa una politica - ha proseguito Rossi - Non si tratta soltanto dell'adeguamento e del miglioramento del porto di Livorno ma un'opera strategica per tutto il Mediterraneo. La forza di questo progetto sta nella sua intermodalità, nella interazione fra porti, strade e ferrovie. Sarebbe un grande segnale vedere affluire fondi privati su "Piattaforma Europa".

L'attività portuale rappresenta circa il 20% del Pil del territorio livornese, l'1% di quello toscano e lo 0,15% di quello nazionale. In passato alcune stime hanno evidenziato come per ogni 1000 euro di valore aggiunto prodotto nel Porto di Livorno, si attivassero altri 1400 euro nel territorio livornese e circa altri 100 in Toscana, alla luce di questo è evidente l'effetto positivo che la realizzazione della Piattaforma avrà per tutta l'economia regionale e non solo.

L'incontro europeo arriva a pochi mesi dall'accordo di programma che dovrebbe mettere in moto finanziamenti regionali e finanziamenti statali. Un incontro al ministero dello sviluppo economico che a Roma vide seduti - nello scorso febbraio - lo stesso Enrico Rossi, i sindaci di Livorno, Massa e Carrara (Nogarin, Volpi e Zubbani) e le Autorità portuali, a confrontarsi con il viceministro allo Sviluppo De Vincenti e i rappresentanti dei ministri dell'Ambiente e dei Trasporti.

 La Regione si era impegnata per 9 milioni di euro per lo scavalco ferroviario, da assegnare tramite bando, e per ulteriori 10 milioni che serviranno per dare degli incentivi alle imprese che vorranno aprire nella zona entro il 2016.

 

Ti potrebbe interessare anche :

- Azimut Benetti conquista Cannes Produzione in aumento del 10%

- Toscana, 6 mila lavoratori in meno Aumentano assunti e indeterminati

- Cooperazione, aumento del 3,2% Superata quota 46mila occupati

15/09/2015