Agricoltura: bando da 3 milioni per la Toscana nord-appenninica

La Regione stanzia i fondi del Programma di sviluppo rurale per Garfagnana, Lunigiana, Media Valle del Serchio e Appennino pistoiese

La Toscana punta ancora sull'agricoltura con un bando da 3 milioni di euro per finanziare progetti speciali nell'area nord-appenninica ovvero Garfagnana, Lunigiana, Media Valle del Serchio e Appennino Pistoiese. I fondi stanziati dalla Regione attraverso il Programma di sviluppo rurale (Psr) saranno destinati a progetti diversi, che vanno dalle attività di informazione e promozione svolte dalle associazioni di produttori alle infrastrutture fino alla conservazione del paesaggio e alla valorizzazione della biodiversità. 

“Si tratta di un atto importante – sottolinea l'assessore toscano all'agricoltura Marco Remaschi – per lo sviluppo economico dell’area nord-appenninica della Toscana, che offre alle istituzioni, alle imprese e a tutti i cittadini l’opportunità di lavorare in modo condiviso per valorizzarne le grandi potenzialità. E anche un’occasione unica per cercare di interrompere il progressivo calo demografico e lo spopolamento di queste zone che devono invece diventare più forti e competitive, in grado di garantire sviluppo e occupazione ai suoi abitanti”.

Saranno finanziati anche progetti per la prevenzione delle conseguenze da calamità naturali e avversità atmosferiche e dei danni arrecati alle foreste da incendi e calamità naturali, progetti che valorizzino il pregio ambientale degli ecosistemi forestali e progetti di sostegno alla creazione e lo sviluppo di filiere corte e mercati locali. 

I progetti presentati dai soggetti pubblici e privati per accedere ai fondi messi a disposizione dal bando (3 milioni e 103mila euro) dovranno ricadere interamente all’interno del territorio di uno o più dei 38 comuni dell’area Garfagnana, Lunigiana, Media Valle del Serchio, Appennino Pistoiese. 

26/05/2020