Il caffè artigianale toscano sbarca in America con miscele inedite

La fiorentina 'Ditta Artigianale' è l'unica rappresentanza italiana tra le 12 torrefazioni selezionate per il Marzocco Cafè di Seattle. Ecco le sue proposte

I caffè di "Ditta Artigianale", micro torrefazione e linea di caffetterie specialty tutta toscana, volano a Seattle. Dal 14 agosto al 13 settembre, infatti, sarà in residenza presso il Marzocco Cafè di Seattle (472 1st Ave N, Seattle, WA) per portare negli Usa l’eccellenza del caffè "Made in Tuscany".

Ditta Artigianale_Repertorio (2)

Il Marzocco Cafè, con sede a Seattle, è di proprietà de La Marzocco Usa, filiale della società globale “La Marzocco”, produttore italiano di macchine per caffè espresso dal 1927. La caffetteria accoglie ogni anno 12 torrefazioni provenienti da tutto il mondo, ognuna delle quali ha la possibilità di essere ospitata per un mese e far così conoscere e servire i propri caffè.

"Ditta Artigianale", fiorentina, è l’unica torrefazione italiana a essere stata selezionata nel 2019 e ha creato un menu ad hoc per la propria residenza: un mix di classico stile italiano, tra espresso, moka e bevande storiche del Bel Paese, bevande al caffè che traggono ispirazione da tutto il mondo, rinfrescanti specialità estive e persino un Moka. Si tratta di un’accurata selezione realizzata non solo per accontentare i diversi gusti della clientela ma per far conoscere più varietà possibili dei caffè di Ditta Artigianale.

«Abbiamo presentato la nostra candidatura per essere ospitati al Marzocco Cafè circa un anno fa e siamo felicissimi di avere la possibilità di far conoscere i nostri prodotti, la nostra passione e la qualità del caffè Made in Tuscany a Seattle. Sarà un’importante vetrina» commenta il proprietario Francesco Sanapo, che è anche campione italiano assaggiatori di caffè.

Ditta Artigianale_Repertorio (3)

Tra le varie bevande e tipologie di caffè che sarà possibile trovare nel menu di Seattle c’è l’Espresso Single Shot, in classico stile italiano, per far conoscere come viene servito l'espresso al bar in Italia; il blend utilizzato è il “Mamma mia”, dedicato alla madre del fondatore Francesco e all’universo femminile, una miscela che regala un espresso corposo con bassa acidità e note di cioccolato fondente e ciliegie mature. Tutti i caffè presenti nella miscela provengono da eccezionali donne produttrici che Francesco ha incontrato e con cui ha lavorato durante i suoi viaggi verso l'origine. Tra le bevande storiche italiane spunta il Bicerin, a base di espresso, cioccolato e latte al vapore, inventato nel 1763 a Torino da Giuseppe Dentis.

Ancora sarà possibile bere il caffè filtro, con “Kenya Mukurweini”. Il caffè in questo lotto proviene da circa 20 piccoli agricoltori nel distretto di Mukurweini in Kenya e vanta sapori di mirtillo, miele e sciroppo d'acero. Altra proposta è il "CoffeeMisu", che si ispira al Tiramisu e viene realizzato con uno strato di mascarpone dolce e crema sormontato da caffè espresso e rifinito con una spolverata di cacao.

Tra le bevande rifrescanti ci sarà "Lo Shakerato", in cui l’espresso viene leggermente addolcito con sciroppo, quindi agitato vigorosamente con ghiaccio fino a formare una schiuma, e il "Cold Brew Tonic", realizzato con il “Dari Hambela” etiope, un caffè fruttato e con calde note di zucchero di canna e vaniglia. In questo drink al caffè si aggiunge acqua tonica e un tocco di arancia e rosmarino per una combinazione inaspettata e deliziosa. Infine “ll bar Moka” per un assaggio di come viene fatto il caffè espresso in molte case italiane, scegliendo uno dei tre caffè monorigine dal menu di Ditta.

09/08/2019