Imprese digitali: 350mila euro per le piccole ie medie aziende di Pisa

La Camera di Commercio lancia il bando per dibgitalizzare le PMI pisane con servizi di consulenza e formazione per introdurre le nuove tecnologie

Favorire l'impiego di servizi di consulenza e formazione finalizzati all'introduzione di nuove tecnologie digitali: è questo l’obiettivo del “Bando voucher digitali I4.0”, lanciato dalla Camera di Commercio di Pisa, che stanzia 350mila euro per voucher da assegnare alle micro, piccole e medie imprese pisane. Il contributo potrà coprire anche parte delle spese sostenute dalle aziende non solo per l'acquisto di hardware e software, funzionali all'acquisizione delle tecnologie abilitanti di Impresa 4.0. Le imprese potranno fare domanda dal 10 aprile al 15 luglio.

"Il digitale sta entrando sempre di più nell'operatività delle imprese indipendentemente dal settore dove queste operano - spiega il presidente della Camera di Commercio di Pisa, Valter Tamburini - per questo, come Punto Impresa Digitale operante in provincia di Pisa, oltre ad un'intensa attività formativa, finanziamo questa azione con l'obiettivo di far prendere dimestichezza con le nuove tecnologie digitali a quante più imprese possibile".

Le agevolazioni saranno concesse a fondo perduto in conto esercizio nella misura del 70% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 7.000 euro, oltre un bonus di 250 euro per le imprese in possesso del rating di legalità. Ogni impresa potrà presentare al massimo una sola richiesta di contributo per attività di formazione e consulenza, avviate dal 1 gennaio 2019, che prevedano una spesa minima superiore a 3.000 euro.

09/04/2019