Le imprese toscane hi-tech volano in Cina con il Polo di Navacchio

Firmato un accordo di cooperazione tra il Polo tecnologico e una società cinese per promuovere le PMI della Toscana più innovative

Portare le piccole e medie imprese toscane più innovative e tecnologiche sul mercato cinese. Questo l'obiettivo dell'accordo di cooperazione firmato nei giorni scorsi tra il Polo Tecnologico di Navacchio e la società Anhui Qiuli, con sede a Quanjiao, distretto di Chuzhou (Cina).

L'iniziativa intende valorizzare la presenza qualificata delle eccellenze tecnologiche toscane in Cina, specialmente delle piccole e piccolissime imprese hi-tech e delle start-up, e promuovere i prodotti e le piattaforme tecnologiche sviluppate nell’ambito del sistema di imprese che fanno parte del Polo Tecnologico di Navacchio sul mercato cinese.

“Per favorire lo sviluppo economico delle piccole imprese innovative una delle vie imprescindibili è quella dell’ internazionalizzazione – sottolinea il direttore del Polo di Navacchio, Alessandro Giari – il mercato cinese è di fatto quello potenzialmente più consistente e i nostri partner cinesi hanno realizzato una struttura e un modello organizzativo che può avere una solida base d’appoggio per la presenza delle nostre imprese”.

01/04/2015