Recò: i big 'festeggiano' Prato capitale dell'economia circolare

Tutti gli appuntamenti del fine settimana in corso. Tra gli ospiti Lercio, Gad Lerner, Federico Ferrazza, Don Pasta e molti altri. Per le istituzioni presente l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo

Chiude in bellezza in questo fine settimana Recò, l’unico festival in Toscana dedicato all’economia circolare, in corso in varie location a Prato fino a domenica 24 marzo, con un ricco cartellone di ospiti ed eventi, dalla satira di Makkox e Lercio fino le green cities (tema affrontato con Gad Lerner), per arrivare al giornalismo “rigenerato” con il direttore di Wired.it.

Sarà un sabato 'intenso' che prevede molti appuntamenti: tra questi - al Museo del Tessuto - “Il ruolo delle città nell’economia circolare” con Simona Bonafè, europarlamentare; Matteo Biffoni, sindaco di Prato; Stefano Ciuoffo, assessore attività produttive, al credito, al turismo, al commercio Regione Toscana; Francesco Palumbo, direttore Toscana Promozione Turistica e Marialina Marcucci, presidente Carnevale di Viareggio.  

Sempre al Museo del Tessuto la giornata prosegue con Enrico Giovannini, già Ministro del lavoro e delle politiche sociali del Governo Letta, Ermete Realacci, presidente di Fondazione Symbola e Marco Bardazzi, responsabile relazioni esterne di Eni.

Non mancano neppure, nella stessa location, i focus su moda sostenibile e architettura green: alle 14.30 “Moda circolare: stilisti e aziende a confronto” con il giornalista Matteo Minà e i contributi di Marco Landi (Presidente CNA Federmoda); Moreno Vignolini (Presidente di Federazione Moda Confartigianato); Fiori Zafeiropoulou (Fashion Revolution); Daniel Perez Barriga (Fondatore Quaterboy); Roberto Tribioli (AD Patrizia Pepe) e Francesca Rulli (Process factory). Alle 16, “La disciplina dell’esistente” a cura di Marco Brizzi con gli architetti Ricardo Flores e Eva Prats. A seguire talk con Lorenza Baroncelli (coordinatore artistico Triennale di Milano).

Alle 17 si parlerà di “cibo circolare” al Refettorio Cicognini con Leonardo Borsacchi (Pin); Marco Bardazzi (Gran Prato); Giulia Pasquini (Lucart). Al termine dell’incontro sarà proiettato il video dedicato alla “Pappa al pomodoro gourmet” a cura dello chef Angiolo Barni. Alla fine del talk sarà offerto un piatto di pappa al pomodoro e un bicchiere di vino di Carmignano ai partecipanti.

Di giornalismo sostenibile e “rigenerato” si parlerà con Federico Ferrazza, direttore di Wired.it, una delle prime riviste italiane ad essere passate dal cartaceo al web (Museo del Tessuto, ore 18).

Finale a tutta satira con lo spettacolo “Recò va a teatro”: sul palco del Metastasio, uno scoppiettante botta e risposta tra Makkox con la sua “Politica circolare”, il live dissacrante di Lercio e il “Food Sound System” targato Don Pasta (ore 19.30, unico appuntamento a pagamento della giornata, prevendite sul sito recofestival.it).

Per tutta la giornata proseguono poi mostre e performance: allo Spazio Consorzio Santa Trinita “Do U care?”, la performance che ha portato i due artisti Katia Giuliani e Paolo Mereu a vivere sotto osservazione del pubblico, per tutta la durata del festival, solo con i beni di prima necessità forniti dagli spettatori; al Museo del Tessuto l’esposizione dell’opera di riciclo a cura del Carnevale di Viareggio e la tre giorni di product design thinking a cura di Co-Design e Revet; le visite guidate al Museo Materia e alla mostra “Verde Prato” al Centro Pecci.  

23/03/2019