Eccellenze di Toscana: Cuoio, ambasciatore nel mondo

di Samuele Bartolini

E' il nuovo marchio del Consorzio Vero Cuoio. Trae origine dall'esperienza radicata nelle zone di San Miniato e Santa Croce sull'Arno

Si chiama Cuoio di Toscana. Farà da ambasciatore alla tradizione conciaria toscana nel mondo. E’ questo il nuovo marchio del Consorzio Vero Cuoio, che trae origine dall’esperienza pluridecennale coltivata nelle zone tra San Miniato e Santa Croce sull’Arno, in provincia di Pisa.

L’industria conciaria toscana si fa forte di una manualità artigianale che garantisce elevati standard di qualità, benessere e naturalità, e copre oggi l’80% della produzione europea del cuoio. "Nelle prossime settimane - ha detto Stefano Biagi, presidente del Consorzio - partirà un'attività di sensibilizzazione business to business affinché le principali aziende calzaturiere italiane insieme alle piccole e medie imprese certifichino i propri prodotti, quando realizzati con il Cuoio di Toscana".

La presentazione del nuovo brand, questa mattina, si è avvalsa di una raccolta fotografica firmata da Isabella De Maddalena ed esposta nella sezione Make. Il cuoio del Consorzio è stato utilizzato anche dal giovane designer Erik Bjerkesjo, che questa sera presenterà la collezione a Villa Favard.

09/01/2013