Fashion Law, al via il corso sul diritto nella filiera della moda

Un’offerta formativa che mancava, un percorso per offrire formazione aggiornata e di alto livello sui temi giuridici che interessano il mondo della moda

Un percorso che unisce temi giuridici e mondo della moda. È il corso di aggiornamento professionale dell'Università di Firenze (all'interno del dipartimento di Scienze giuridiche) in 'Fashion law: diritto e cultura nella filiera della moda'. L'obiettivo è offrire le conoscenze necessarie per affrontare in maniera consapevole i problemi giuridici che le varie figure professionali operanti nel mondo della moda possono essere chiamate a risolvere.

Il corso si articola in tre moduli per un totale di 60 ore di didattica: modulo generale 'Le problematiche giuridiche della filiera della moda', modulo specialistico 'Contratti e aspetti fiscali e doganali del settore moda' e modulo specialistico 'Contraffazione e nuove tecnologie nel mondo della moda'.

Secondo all'assessore allo sviluppo economico del Comune di Firenze Cecilia Del Re si tratta di "un'offerta formativa che mancava nel panorama del nostro Paese. È necessario investire sulle competenze nella moda: il corso arriva ora a rispondere a un bisogno molto sentito da parte delle nostre imprese". Per il presidente della sezione Sistema moda di Confindustria Toscana Nord Andrea Cavicchi "approfondire gli aspetti giuridici delle relazioni all'interno della filiera della moda è particolarmente importante".

"In Italia - ha detto il direttore del corso Vittoria Barsotti - il settore moda rappresenta quattro punti del Pil e la sua importanza per l'economia di Firenze e della Toscana è decisamente strategica. L'economia del nostro territorio richiede quindi professionisti consapevoli delle specificità del comparto della moda. Solo attraverso la conoscenza si può acquisire competitività".

09/02/2019