La Fanciulla del West apre il Festival Puccini a Torre del Lago

Venerdì 12 luglio si leva il sipario sulla 65esima edizione della kermesse che metterà in scena anche Madama Butterfly, Turandot, Tosca, La Bohème e Le Villi

La città di Viareggio è pronta a celebrare con l’unico festival al mondo a lui intitolato il genio della musica Giacomo Puccini che a Torre del lago prima e Viareggio dopo scelse di vivere e comporre i suoi capolavori. Nelle vetrine fanno bella mostra di sé i costumi delle eroine pucciniane, mentre nei ristoranti anche la tovaglietta è pucciniana. Una bella festa della musica per testimoniare con orgoglio, di essere custodi di un patrimonio culturale che il mondo invidia.

Proprio con il suo capolavoro La Fanciulla del West, venerdì 12 luglio prenderà il via l’edizione n° 65 del Festival che anche quest’anno porterà a Viareggio e Torre del Lago spettatori da tutto il mondo. Un allestimento tradizionale e di gran classe quello ideato da Renzo Giacchieri e realizzato alla Cittadella del Carnevale di Viareggio, per mettere in scena quell’opera che Puccini aveva composto per il pubblico americano. Sul podio dell’Orchestra della Toscana la bacchetta “pucciniana” di Alberto Veronesi, riconosciuto e apprezzato interprete dei capolavori del Maestro, che Veronesi ha diretto nei più prestigiosi teatri del mondo. In scena voci ed interpreti straordinari con Maria Guleghina che aggiunge con il debutto di Torre del Lago un altro ruolo pucciniano alla sua strepitosa carriera internazionale. Un debutto, dichiara la Guleghina, che ho atteso in tutta la mia carriera. Ho sempre rimandato questo ruolo e solo ora posso dire di sentirmi pronta.

Nel ruolo dei due protagonisti maschili Dick Johnson, ovvero il bandito Ramerrez il bravissimo tenore spagnolo Alejandro Roy mentre il cattivo, ovvero lo sceriffo Jack Rance, Luca Grassi. Completano il numeroso cast di questo capolavoro “americano” Nick Fabio Serani, Ashby Ivan Marino, Sonora Luca Bruno, Trin Alberto Petricca, Sid Andrea Del Conte, Bello Francesco Lombardi, Harry Marco Voleri, Joe Tiziano Barontini, Happy Michele Perrella , Larkens Andrea De Campo, Billy Jackrabbit Alessandro Ceccarini, Wokle Annunziata Vestri, Jack Wallace Daniele Caputo, José Castro Massimo Schillaci, Un postiglione Matteo Bagni. Il Disegno luci è firmato da Nino Napoletano, Assistente alla regia Luca Ramacciotti. Roberto Ardigò dirige il Coro del Festival Puccini.

Prima della rappresentazione, alle ore 19.30 sarà inaugurata la mostra 'America Forever' che ripercorre il viaggio di Giacomo Puccini alla conquista del Nuovo Mondo, attraverso le testimonianze conservate nell’Archivio Storico Ricordi, il più importante archivio musicale privato al mondo e i documenti dell’archivio Fondazione Simonetta Puccini custoditi nella Villa di Torre del Lago che Puccini abitò per oltre 30 anni.

Il Sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro taglierà il nastro della Mostra e della “prima” con tanti ospiti tra cui la vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni, il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, il Console Generale Usa di Firenze Benjamin Wohlauer, il nuovo sovrintendente del Teatro alla Scala Dominique Meyer, la scultrice Cordelia Von den Steinen e inviati della stampa specializzata.

Il festival pucciniano dopo La Fanciulla del West (il 12 e 26 luglio) metterà successivamente in scena altri capolavori del grande compositore toscano: Turandot (13 e 19 luglio e 17 agosto), La Bohème (20 luglio e 3 e 10 agosto), Madama Butterfly (27 luglio e 12 e 23 agosto), Tosca (2, 11, 18 e 24 agosto), Le Villi il 16 agosto. Inoltre il 29 luglio andrà in scena il balletto Lo Schiaccianoci e il 4 agosto Il lago dei cigni.

Per informazioni:
https://www.puccinifestival.it/

 

11/07/2019