Les Négresses Vertes band 'icona' del folk rock in concerto alla Flog

Venerdì 14 febbraio a Firenze arriva il cabaret zigano equestre della band nata nei quartieri operai della Parigi degli anni '80

Nel novembre 1988 usciva MLAH, l'album d'esordio dei Les Négresses Vertes, uno dei dischi che ha più caratterizzato un periodo e un'epoca, lasciando un segno profondo nella musica di quegli anni. Nel 2018, per festeggiare il 30° anniversario del disco, i Negresses si riuniscono per alcuni concerti. E visto il successo crescente le celebrazioni vanno avanti ancora oggi, per un'ultima appendice nel 2020.

Questo carismatico e vivace gruppo si forma nei quartieri operai della Parigi degli anni '80, gli stessi attraversati dal cabaret zingaro equestre, dalla musica punk e gipsy. Quegli anni danno vita e forma a Les Négresses Vertes che sono ancora oggi uno dei gruppi folk-rock più iconici e famosi al mondo. Fin dall'inizio della propria carriera, la band mostra tutto il suo particolare amore per la musica proveniente dalla Gran Bretagna, grazie soprattutto al remix di Zobi la Mouche di Wiliam Orbit. Il gruppo ha tenuto concerti ed è salito sul palco di festival indimenticabili come il Reading Festival.

La tragica scomparsa del cantante Helno nel 1993 segna un punto di svolta nella storia del gruppo. Nonostante il triste avvenimento l'ensemble continua a produrre nuovi album, esplorando diversi mondi musicali e collaborando con artisti del calibro di Massive Attack per il remix di 'Face à la mer' e Howie B per il celebre album 'Trabendo'. Continuano a esibirsi in giro per il mondo fino al loro provvisorio scioglimento nel 2001.

Tutti quelli che sono stati ai loro concerti ricordano l’incredibile carica di energia che contraddistingue il loro mix musicale. Ora sono tornati, in una formazione praticamente originale e più in forma che mai.

11/02/2020