Mariah Carey e John Legend allo stadio Franchi per 'Florence4ever'

Il concerto si terrà l'8 giugno per celebrare il rapporto del capoluogo toscano con gli Stati Uniti

Firenze e gli Stati Uniti festeggiano una 'storia d'amore' che li lega da anni in occasione del bicentenario della presenza diplomatica del consolato americano nel capoluogo toscano e lo fa con un grande evento che si terrà l'8 giugno allo Stadio Artemio Franchi, prodotto dall'agenzia creativa Dream Loud, nuovo sponsor della Fiorentina, in collaborazione con il club viola.

Mariah Carey e John Legend, accompagnati dall''Orchestra giovanile italiana di Fiesole', saranno i protagonisti di 'Florence4Ever'. Quella di Firenze sarà l'unica esibizione di Mariah Carey in Italia per il 2019 e l'unica tappa estiva di John Legend in Europa.

Il calendario dei festeggiamenti copre l’intero 2019 con iniziative di vario tipo su tutto il territorio toscano. Fra due settimane, il 15 febbraio in Consiglio regionale, una conferenza sui rapporti economici tra i due paesi, con la storia degli investimenti economici di italiani negli Stati Uniti e viceversa, ma anche sul modo di rafforzare questi investimenti. Ci sarà anche un evento il 22 febbraio sulla storia afroamericana, per ricordare gli abolizionisti e attivisti contro la schiavitù che furono accolti a Firenze nell’Ottocento

“Duecento anni fa si costituì a Firenze quella che oggi chiameremmo ambasciata, ma il granducato di Toscana aveva relazioni diplomatiche da tempo con una sede provvisoria a Livorno – ha ricordato il presidente dell’Assemblea regionale, Eugenio Giani – La Toscana ha contribuito molto alla nascita di questo paese. Filippo Mazzei era amico di Thomas Jefferson. Si deve a lui l’inserimento del diritto alla felicità nella Costituzione degli Stati Uniti. Non solo. Nell’espansione nel Far West ci sono molti toscani. Il vicesindaco di San Francisco che oggi stringe la mano al presidente Enrico Rossi ha antenati di Lucca”.

Saranno ricordate figure come Amerigo Vespucci, ma anche Nano Campeggi, inoltre la quasi totalità dei pittori e degli scultori americani dal Settecento fino all’impressionismo ha vissuto abitualmente a Firenze e in Toscana. Palazzo Rosselli Del Turco, l’edificio consolare quando Firenze era capitale, ospiterà un'esibizione di artisti statunitensi e un seminario sulla storia dell’arte americana a Firenze. 

"Siamo orgogliosi, per questa scelta perché si tratta di un evento internazionale di grande richiamo", ha commentato il sindaco di Firenze, Dario Nardella. Per il sindaco è un evento che "porta sempre più avanti il sodalizio tra Fiorentina e città" e che "suggella ancora una volta il legame tra gli Stati Uniti e la nostra città".

Marco Bosco, amministratore delegato di Dream Loud, ha spiegato che "l'evento doveva essere il 4 luglio proprio per celebrare il rapporto tra Firenze e gli Stati Uniti, invece sarà l'8 giugno, ma probabilmente sarà in televisione il 4 luglio". Ci saranno "artisti favolosi e altre sorprese - ha aggiunto Bosco - e sono contento di avere un'orchestra locale, di dare l'opportunità ai giovani di esprimersi con artisti di questo peso". Gino Salica, vicepresidente della Fiorentina ha parlato di "una partnership strategica con Dream Lou per far crescere la visibilità della Fiorentina nel mondo e crescere come brand a livello internazionale".

I biglietti saranno in vendita sulla piattaforma Viva Ticket a partire dal 6 febbraio.

04/02/2019