Coronavirus: la Toscana prepara una task force per gestire la situazione

La Regione organizza anche simulazioni negli ospedali e un contatto costante con il Ministero della salute e con tutte le aziende sanitarie e ospedaliere

Sul coronavirus "ci sono direttive da parte del Ministero, noi ci stiamo attivando al massimo, stiamo costituendo una task force per monitorare eventuali casi sospetti, ogni presidio ospedaliero è allertato su questo fronte". Così l'assessore al Diritto alla salute della Regione, Stefania Saccardi, ha annunciato le misure di sicurezza adottate in Toscana per il virus cinese. L'istituzione di una task force è prevista entro la fine della settimana.

Venerdì scorso inoltre si è svolta una riunione con i direttori generali e sanitari delle Aziende sanitarie e ospedaliere, compresa Estar, in cui è stato richiesto di assicurare corretti percorsi ai pronto soccorso, con presa in carico dedicata e protetta di pazienti che si presentano spontaneamente con sintomi sospetti.

In questa settimana si terranno alcune riunioni con i vari settori della sanità toscana. Ieri pomeriggio, per esempio, si sono riuniti i referenti delle centrali del 118, mentre mercoledì è in programma una riunione del gruppo tecnico permanente che si occupa di prevenzione delle malattie infettive e delle vaccinazioni. È infine previsto anche un incontro coi medici di medicina generale e i pediatri.
"Siamo tutti allertati - ha concluso Saccardi - e in costante contatto con l'istituto superiore di Sanità e il Ministero perché il tema è di carattere nazionale. Il problema non riguarda solo la Toscana, ma la Regione ha il dovere di stare allerta e di organizzarsi nel modo migliore".

Durante gli ultimi giorni sono stati gestiti diversi casi che riportavano nell’anamnesi contatti con la Provincia di Wuhan, nessuno dei quali però rispondeva alla definizione di caso del Ministero. Dalla Regione viene richiesto espressamente ai media di contribuire a mantenere la calma e non diffondere fake news, rilanciando allerta ingiustificati.

Le autorità sanitarie della Regione sono in continuo contatto con le autorità centrali e con le proprie strutture territoriali per gestire al meglio in tempo reale le situazioni di allerta. Sul sito dell'Ars, l'Agenzia Regionale di Sanità, un aggiornamento costante della situazione, con i dati riportati dall'Oms e la loro distribuzione, le modalità di trasmissione del virus e la valutazione del rischio, le raccomandazioni dell'Oms e la guida per la sorveglianza, la situazione e gli interventi in Europa e in Italia.

 

28/01/2020