A Viareggio torna in mare Barbara, uno yacht in legno del 1923

Tra gli ex armatori di questa vecchia e bella barca a vela inglese, c’era anche il creatore del marchio di champagne Dom Perignon

È stato un momento toccante per gli amanti del mare e delle imbarcazioni a vela quello che è stato vissuto a Viareggio nel momento in cui dopo un lungo restauro è tornata tra i flutti Barbara, una barca a vela inglese del 1923. In tanti appassionati di marineria tradizionale hanno assistito a alla scena ritorno in mare, accompagnato anche dalla sirene del porto, dello yacht a vela in legno costruito in Inghilterra dal famoso cantiere inglese Camper & Nicholsons, dopo un restauro lungo tre anni effettuato dal cantiere navale Del Carlo. La barca, costruita in fasciame di teak e pitch pine su ossatura in quercia, navigherà issando a riva il guidone dell’associazione Vele storiche Viareggio, nata nel 2005 con lo scopo di promuovere lo spirito e la tradizione dello yachting d’epoca.

Tra gli ex armatori di Barbara - ha ricordato Enrico Zaccagni, commodoro Vsv e consulente del restauro - ci sono stati Harold Francis Edwards, noto yachtsman inglese e regatante di successo, il barone Amaury de la Grange, che dal 1928 le ha fatto fare base a Cannes, e il conte Robert-Jean de Vogue, general manager di Moët & Chandon e creatore del marchio Dom Pérignon, proprietario della barca fino agli anni Sessanta. Ora si apre una nuova stagione e Barbara saprà farsi onore in occasione dei numerosi raduni di vele d’epoca ai quali parteciperà in Mediterraneo”.

21/05/2018