BRETELLINA SIGNA-LASTRA A SIGNA, ECCO IL NUOVO PERCORSO

di Chiara Bianchini
Bretellina Signa-Lastra a Signa, ecco il nuovo percorso

Presentata la nuova bretellina per le Signe. In arrivo una pista ciclabile, il ponte del Giglio e la garanzia di ridurre il traffico 

Sarà il terzo progetto quello buono per realizzare la, ormai nota, bretellina Signa-Lastra a Signa? La nuova proposta di tracciato presentata dai tecnici della Regione Toscana prevede la costruzione di una strada lunga 2,6km tra lo svincolo di Lastra a Signa della FIPILI e il Comune di Signa, per un costo complessivo di 35 milioni di euro.

Si tratta, al momento, solo di uno studio di fattibilità che dovrà essere a breve sottoposto a verifica di Valutazione d’Impatto Ambientale, ma il tracciato passa su territori con meno vincoli paesaggistici e si allontana dal nuovo laghetto di compensazione al lago di Peretola, per questo l’iter di approvazione dovrebbe essere più breve e potremmo presto giungere alla versione definitiva con la previsione di iniziare i lavori nel 2022.

È un’opera infrastrutturale importantissima, non solo per i Comuni di Signa e Lastra a Signa ma per tutta l’area metropolitana. Questa nuova strada non soltanto servirà a fluidificare il traffico nella zona delle Signe ma anche in ingresso alla città di Firenze; un’opera strategica quindi per tutta l’area ovest della Città Metropolitana, per alleggerire il Ponte all’Indiano e favorire il collegamento tra le due sponde dell’Arno, nonché per i flussi di traffico che provengono dalla costa. Proprio per questo motivo il nuovo tracciato sarà realizzato grazie alle risorse di sei soggetti: Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Comune di Lastra a Signa, Comune di Signa e Toscana Aeroporti e a seguito di questa intesa, il sindaco di Signa, Alberto Cristianini, ha annunciato il suo ritiro dal ricorso al Tar contro la nuova pista dell'aeroporto di Peretola.

LA NUOVA PROPOSTA

Il progetto prevede la realizzazione di una rotatoria in corrispondenza dello svincolo con Lastra a Signa, lungo la FIPILI, per collegare sia la ss 67 toscoromagnola sia la FIPILI alla nuova arteria. La seconda rotatoria si trova presso il depuratore di San Colombano e collega questa nuova arteria con la rete stradale esistente. Qui prosegue in rilevato lungo il confine con il parco fluviale di Lastra a Signa e sarà realizzata in modo tale da confondersi con l’argine dell’Arno. In corrispondenza dell’Arno si sviluppa un viadotto per 800 metri e un’altezza di 15 metri. Il viadotto supera l’Arno e le due linee ferroviarie per poi immettersi con una rotatoria su un nuovo ponte in via di costruzione sul fiume Bisenzio. Da questo punto il percorso prosegue lungo la strada esistente.

Per quanto riguarda il ponte del Gilio si tratta di un ponte strallato, dove il pilone avrà la forma di giglio stilizzato. Affiancata alla strada sul viadotto sarà realizzata un percorso ciclo-pedonale che collega il parco fluviale di Lastra a Signa con l parco dei Renai di Signa.

 

01/03/2019