Coronavirus, più controlli a Pasqua: droni a Firenze e spiagge chiuse

Il capoluogo toscano intensifica i controlli nei giorni festivi, Viareggio e Pisa chiudono il litorale in anticipo

Controlli in aumento e misure precauzionali in Toscana per evitare assembramenti e spostamenti durante le festività di Pasqua. 
Due droni saranno usati in via sperimentale a Firenze
per controllare gli spostamenti delle persone: la misura, resa nota dalla prefettura di Firenze, è stata assunta al termine di una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica riunitosi in videoconferenza. Secondo quanto spiegato, sorvegliati speciali saranno i lungarni e i parchi dell'Anconella e dell'Argingrosso. L'altro grande parco cittadino, quello delle Cascine, sarà presidiato dai militari dell'Esercito.

I droni saranno impiegati in particolare dalla giornata di venerdì fino al lunedì, periodo per il quale, sottolinea sempre la prefettura, è stato disposto un ulteriore rafforzamento dei controlli, "per evitare che il periodo pasquale e la bella stagione possano determinare un allentamento delle attuali misure di isolamento sociale". I droni saranno usati dalla polizia municipale, che avrà pattuglie pronte a intervenire.
"Non si può abbassare la guardia proprio ora - spiega il prefetto Laura Lega -, mollare in questa fase significa vanificare gli sforzi fatti finora da parte di tutti. Faccio appello ancora una volta al grande senso di responsabilità che i cittadini hanno mostrato fino adesso. Continuate a restare a casa. Polizia, carabinieri, finanzieri e vigili urbani continueranno a vigilare con la massima attenzione". "I controlli saranno molto rigorosi - continua Lega, ma saranno attuati con quel buonsenso richiesto dal grave frangente che stiamo vivendo". "Desidero ricordare alla città - sottolinea sempre il prefetto - che tutte le celebrazioni liturgiche si svolgeranno senza la partecipazione dei fedeli, proprio per evitare raggruppamenti che potrebbero diventare occasioni di contagio"

Viareggio invece chiuderà le sue spiagge. Ieri il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha firmato con decorrenza da ieri, anziché sabato prossimo, l'ordinanza che vieta di presenziare sulle spiagge di Viareggio e Torre del Lago nei giorni di Pasqua. Inoltre ha stabilito la chiusura di viale dei Tigli e il Belvedere Puccini a Torre del Lago. Il primo cittadino ha annunciato controlli severi.

Anche Pisa vieta da sabato di recarsi sul litorale e l'accesso alle spiagge. Lo stabilisce un'ordinanza del Comune firmata ieri dal sindaco Michele Conti che prevede multe da 400 a 3mila euro che possono essere raddoppiate in caso di violazione reiterata al provvedimento. Lo ha reso noto l'ente spiegando che si tratta di "misure per evitare assembramenti di persone come, appunto, il divieto di accesso e stazionamento sulle spiagge del litorale pisano".
Il divieto di accesso alle spiagge di Calambrone, Tirrenia e Marina di Pisa sarà in vigore dalle 8 alle 20 dei giorni festivi e prefestivi.

09/04/2020