Didacta: scuola e lavoro sono sempre più vicini in Toscana

Grazie anche al programma Garanzia Giovani e a Trio, il portale della formazione a distanza, la Regione aiuta i giovani ad entrare nel mondo lavorativo

Il mondo della scuola e quello del lavoro sono sempre più vicini in Toscana grazie alle iniziative portate avanti dalla Regione, come Trio e Garanzia Giovani, che sono state al centro del convegno "Transizione scuola-lavoro" ospitato a Didacta, la grande fiera dedicata alla formazione in corso alla Fortezza da Basso di Firenze.

"Il passaggio dal mondo della scuola al mondo del lavoro rappresenta uno dei momenti cruciali nel percorso individuale di crescita e formazione - ha detto l'assessore regionale ad istruzione e formazione Cristina Grieco - e la Regione Toscana da anni sta lavorando per facilitare la transizione attraverso politiche attive come, ad esempio, l'alternanza scuola/lavoro, i corsi di formazione drop-out per chi ha interrotto gli studi prima di conseguire un titolo, stage nelle aziende. Dal 2013 anche l'Europa si è impegnata su questo fronte tramite Garanzia Giovan' , un progetto finalizzato a contrastare il fenomeno dei Neet, i giovani tra i 15 ed i 29 anni che non studiano e non lavorano".

Con Garanzia Giovani la Toscana ha avuto a disposizione per queste politiche 69 milioni di euro, su un totale di fondi destinati all'Italia di 1,5 miliardi. Il programma si affianca a quello della Regione per l'autonomia dei giovani, Giovanisì. Ad oggi, in Toscana, sono circa 100mila i giovani Neet che hanno aderito al progetto e 80mila di loro sono stati avviati ad un tirocinio, un apprendistato o un lavoro a tempo determinato o indeterminato. È in avvio la seconda fase del progetto, che vede destinate alla Toscana risorse per 30 milioni.

Importanti i risultati raggiunti anche grazie a Trio, il progetto di web-learning della Regione. "Non dobbiamo più pensare a Trio come ad un portale di corsi on-line - ha spiegato l'assessore Grieco - il nuovo Trio è molto di più. Dopo una lunga ristrutturazione il portale ha compiuto un enorme salto di qualità e si è adeguato ai cambiamenti tecnologici e sociali. Resta ampia la parte dedicata all'e-learning, ma oggi il portale offre servizi di supporto per agevolare il passaggio, anche dei più refrattari, al digitale. Gli stessi insegnanti possono trovare estremamente utile il ricorso a Trio, per integrare didattica tradizionale ed e-learning".

A dimostrazione degli spunti formativi che Trio può dare, durante il workshop 'Be digital', che si è tenuto nella Sala della Scherma della Fortezza da Basso di Firenze, ai docenti che hanno partecipato sono stati forniti suggerimenti e indicazioni per creare un corso digitale e renderlo interessante e comprensibile per l'utenza.

10/10/2019