Donne in guardia: a Firenze un corso contro la violenza di genere

Il progetto sulla difesa personale femminile punta a coinvolgere mille donne in tutta la città: il primo appuntamento aperto a chiunque si terrà il 10 novembre

Il progetto "Donne in guardia" si estende a tutta la città di Firenze. L'iniziativa sulla difesa personale femminile - partita dal Quartiere 4, da un'idea di Barbara Felleca - allarga il raggio d'azione attraverso seminari che coinvolgono anche aziende e scuole, per un totale di nove appuntamenti, di cui tre aperti a tutti.

Tra gli organizzatori il presidente del Combat Lab di Firenze, Paolo Morelli, in collaborazione con la sua allieva, la campionessa della kickboxing mondiale Gloria Peritore. "Non si tratta solo di autodifesa - ha precisato l'assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci - questo progetto lascerà un segno positivo nella vita della nostra città, perché punta a rafforzare la sicurezza nei propri mezzi".

Durante i corsi, oltre a poter apprendere tecniche di arti marziali e di sport da combattimento, viene insegnato come prendersi cura del proprio corpo, mantenendosi in forma perché, è stato spiegato, una persona allenata "ha più possibilità di difendersi o riuscire a scappare in caso di aggressione". La prima data utile, aperta a tutti, è il 10 novembre al Palazzetto Filarete.
L'obiettivo del progetto è arrivare a mille donne coinvolte nei prossimi sei mesi" ha sottolineato il sindaco, Dario Nardella.

31/10/2018