Ecco la nuova fermata 'Guidoni': futuro hub intermodale di Firenze

Si tratta di un nuovo scalo ferroviario che rappresenta un unicum in Italia per il suo potenziale intermodale, a due passi dall’aeroporto e dall’autostrada

Non è ancora stato deciso ma è quasi scontato che si chiamerà Guidoni la nuova stazione ferroviaria che nascerà lungo la linea Pisa-Firenze all’altezza, appunto, di viale Guidoni e dell’altra fermata Guidoni, quella della futura linea 2 della tramvia.

Un’opera che per l’amministratore delegato di RFI, Maurizio Gentile, rappresenta un unicum in Italia per il suo potenziale intermodale a due passi dall’aeroporto e dall’autostrada, per l’assessore regionale ai Trasporti, Vincenzo Ceccarelli, invece “è un’altra opportunità per la mobilità sostenibile dei pendolari toscani e per l’intera area fiorentina”.

Il più soddisfatto è il sindaco di Firenze, Dario Nardella che ha annunciato che la fermata sarà utile anche per il quartiere di Peretola e di Brozzi che sarà collegata con un nuovo percorso pedonabile realizzato con l’avvio della tramvia

Sotto la nuova fermata – sotto perché sarà sopraelevata - nascerà un parcheggio che entrerà in servizio a fine anno, inizialmente con 250 posti che in prospettiva diventeranno 1.500, ad uso principalmente dei pendolari e anche dei bus turistici come avviene già con Villa Costanza.

 

Per quanto riguarda i tempi si parla di due anni e mezzo, comprensivi dei tempi autorizzativi per realizzare quello che ci si augura diventi un vero e proprio hub che spingerà definitivamente i cittadini a scegliere il trasporto pubblico per arrivare in contro a Firenze. Un incentivo potrà forse essere la gratuità del parcheggio scambiatore, almeno negli orari pendolari. “Non dovrà essere – ha affermato il primo cittadino – un suppletivo al parcheggio dall’aeroporto, per cui c’è un parcheggio ad hoc. Questa area di sosta servirà a lavoratori e pendolari che entrano a Firenze ogni giorno”.

07/12/2018