Stop alle code sulla FiPiLi, cantieri conclusi in anticipo

È ripresa prima del tempo la circolazione a quattro corsie sulla Strada di Grande Comunicazione interrotta dal maggio scorso

Da sabato scorso, 14 dicembre, la FiPiLI è nuovamente transitabile a quattro corsie.

Sul tratto tra gli svincoli di Ginestra Fiorentina e Montelupo il cantiere si è concluso prima del tempo: con un mese e mezzo di anticipo per l’esattezza.

Interrotta dal 27 maggio per lavori urgenti di manutenzione straordinaria la strada che da Firenze porta a Pisa e a Livorno è un’arteria tra le più trafficate, una direttrice di cui si servono giornalmente molti pendolari. Il disagio, dunque, è stato inevitabile ma gestito con attenzione - parte del traffico pesante è stato dirottato sulle tratte autostradali grazie ad un accordo che ha permesso la riduzione del pedaggio per i mezzi pesanti - e la chiusura anticipata del cantiere sul cronoprogramma dei lavori (già ridotto rispetto a quanto annunciato inizialmente) è un’ottima notizia che conferma quanto sia stato prioritario l’intervento sia per la Regione Toscana che per le società che gestiscono la Strada di Grande Comunicazione.

Chi durante queste festività avrà necessità di spostarsi in auto sulla FiPiLi, quindi, potrà farlo senza l’incubo delle code e in serenità.

"Già ad ottobre avevamo avuto comunicazione di una chiusura anticipata del cantiere, inizialmente prevista per il 31 gennaio 2020, e ci era stato detto che la ditta avrebbe riaperto le quattro corsie il 31 dicembre 2019", spiega l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli. "Gli automobilisti potranno spostarsi per le festività lungo un'infrastruttura più sicura ed in linea con gli standard europei. Il significativo risparmio di tempo è stato reso possibile dal lavoro del sabato e dalle asfaltature in notturna".

Come già annunciato ad ottobre, la chiusura del maxi cantiere coinciderà con l'avvio di un piccolo cantiere, di circa 200 metri, in corrispondenza del viadotto del Turbone. Le necessità di compiere dei test nel tratto sono emerse durante i lavori tra Montelupo e Ginestra. Si tratta, quindi, di un intervento aggiuntivo.

17/12/2019