Firenze al quinto posto in Italia per la mobilità a emissioni zero

di Chiara Bianchini

Tramvia, piste ciclabili, bus ibridi ed elettrici posizionano Firenze al 5° posto nel rapporto Città MEZ di Legambiente dedicato alla mobilità sostenibile

Firenze è al quinto posto in Italia per mobilità green. È quanto emerge dal rapporto di Legambiente Città MEZ 2020 che analizza i risultati raggiunti da 104 città italiane nella transizione verso la mobilità a emissioni zero. Il capoluogo toscano si aggiunge a Milano, Napoli, Venezia, Bologna e Torino, città dove più di un terzo degli spostamenti (tra il 34 e il 58%) si compie a piedi, in bici, in tram o bus elettrico, in treno, in metropolitana o con mezzi elettrici, dal monopattino all’auto, privati o in condivisione. Il rapporto di Legambiente ha fotografato prima del lockdown i cambiamenti in corso nei capoluoghi di provincia, attraverso indicatori che evidenziano le forme di mobilità che non producono inquinamento.

I dati dimostrano che la mobilità delle persone in città sta cambiando, con una sempre maggiore propensione a scegliere modalità a “emissioni zero”. Ad aprile, il timore della riapertura e della difficoltà nel mantenere le distanze sui mezzi pubblici ha indotto tante persone a usare l’automobile, alcune la bicicletta, ma solo nelle città più grandi. In questa nuova normalità post-covid19, le politiche adottate dai Comuni e dal governo saranno determinanti per andare verso una mobilità sempre più green.

Se adesso ci muoviamo ancora poco, a settembre le città dovranno farsi trovare pronte a ripartire multimodali e sostenibili. Andando a favorire una mobilità sempre più intermodale (per esempio: bici+treno, bus+monopattino) e l’utilizzo dei mezzi pubblici e green. Investimenti e politiche che non dovranno riguardare solo Firenze ma tutti gli altri capoluoghi toscani.

“Un risultato che incoraggia le politiche intraprese in questi anni e conferma l'importanza delle più recenti scelte per la ripartenza post emergenza – ha commentato l'assessore all'Ambiente Cecilia Del Re -. Dalle due linee di tramvia inaugurate lo scorso anno, a quelle da realizzare, dagli investimenti sul potenziamento e raccordo delle piste ciclabili, alle centinaia di colonnine elettriche di ricarica presenti in città, al car sharing, bike sharing, taxi elettrici e alla nuova flotta di bus ibridi ed elettrici: tutti interventi che si inseriscono in una visione di città sempre più incentrata sulla sostenibilità come leva per programmare le scelte. Una città che punta a ridurre le emissioni, incrementando al tempo stesso e in modo deciso la presenza di verde, con il piano del verde che sarà al centro dello sviluppo urbanistico della città nei prossimi anni”.

25/06/2020