Firenze, 'rinascono' le ciclopiste in Riva d'Arno

Arriva l'ok dalla Giunta per la valorizzazione dei percorsi dell’Albereta e del Girone con nuova pavimentazione, sedute e cestini

A Firenze arriva il via libera alla delibera proposta dall'assessore comunale all'ambiente Cecilia Del Re per valorizzare le ciclopiste lungo l'Arno. Dal ponte di Verrazzano a quello di Varlungo attraverso il parco dell’Albereta si potrà pedalare su una ciclopista tutta nuova e ancora dal Tuscany Hall alle Gualchiere del Girone, su un percorso di oltre 3 km e mezzo. Si rinnovano poi anche le piste ciclabili e pedonali in riva d’Arno, con un intervento di riqualificazione da 130mila euro. È quanto prevede la delibera presentata dall’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re, che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio.

“Due bellissimi percorsi che vogliamo riqualificare e valorizzare – ha detto l’assessore Del Re -. Siamo convinti che con questi interventi, l’itinerario all’interno del parco dell’Albereta sarà sempre più utilizzato e apprezzato dai cittadini non solo come luogo di svago ma anche come percorso alternativo alla ciclabile di via Villamagna, che collegandosi alla ciclabile di piazza Ravenna permetterà di raggiungere facilmente il centro della città. Sarà rinnovata e resa più sicura anche la ciclopista che porta al Girone, per poter percorrere tutto il tragitto in maggiore sicurezza e bellezza”.

Nel dettaglio, l’intervento sul percorso interno al parco dell’Albereta (lunghezza 1,5 km) prevede il rifacimento della pavimentazione in misto naturale di cava, in modo da garantire un percorso omogeneo, stabile e sicuro. Lungo il percorso saranno inoltre collocate 16 sedute rivestite in cotto, sette cestini portarifiuti e nuova segnaletica.

L’intervento sul percorso che conduce alle Gualchiere del Girone prevede la completa sostituzione della balaustra in legno di circa 500 metri posta in prossimità del ciglio di sponda, in modo da garantire una maggiore solidità e sicurezza e di rinnovarne l’aspetto estetico deteriorato dagli agenti atmosferici.

“All’interno dei progetti per promuovere il turismo lento e la delocalizzazione dei flussi turistici - ha concluso l’assessore Del Re - entrano a pieno titolo anche questi percorsi suggestivi in mezzo a una natura tutta da scoprire, anche per chi ci viene a trovare. Stiamo lavorando anche a un libretto e a una mappa per promuovere gli itinerari da percorrere in bicicletta attraverso tutto il nostro territorio”.

06/12/2019