LA VILLA DI CERRETO GUIDI REALIZZATA ALL'UNCINETTO GRAZIE A 50 'DAME'

di Marta Mancini
La Villa di Cerreto Guidi realizzata all'uncinetto grazie a 50 'Dame'

L'opera, simbolo di speranza e coraggio, ha legato donne da tutta Italia e sarà visibile fino al 13 gennaio nel borgo in provincia di Firenze

Si chiamano Le Dame dell’uncinetto e, dopo aver riprodotto fedelmente il borgo di Cerreto Guidi, adesso puntano a realizzare una Toscana in miniatura con l’aiuto di ferri e tessuto.

L’associazione, composta da circa 50 “dame” provenienti da tutta Italia unite dalla passione per l’uncinetto e per il territorio, nasce da una tragedia. La storia, infatti, inizia nel 2013 quando a Gessica, giovane falegname di 40 anni con tre figli, viene diagnosticato il Parkinson. Questa spietata malattia diventa una presenza ingombrante; le notti si fanno sempre più agitate e dormire è sempre più difficile. Per reagire Gessica inizia a dedicarsi all’uncinetto con l’idea di realizzare una Natività per il concorso La Via dei Presepi. Sostenuta da amici e parenti, crea così un presepe di 1,5 metri, tutto all’uncinetto, che le assicura il primo premio.

Questo piccolo gruppo di lavoro diventa l’associazione Le Dame dell’Uncinetto. Il progetto si evolve a dismisura e da un semplice presepe, nel 2015, si trasforma in qualcosa di più strutturato: la riproduzione del borgo di Cerreto Guidi. Orti, campagna, abitazioni storiche, negozi, arredi e non solo. In circa 26 metri di puro capolavoro artistico, spicca anche la celebre Villa Medicea in miniatura, compresa la scalinata del Buontalenti, cucita insieme con 7000 mattoncini di 4 cm. 

Il borgo di Cerreto Guidi all’uncinetto non è ancora un punto di arrivo. Ogni anno lo scenario si arricchisce di nuovi personaggi, case, laboratori, in vista di realizzare le più belle città e i più bei monumenti della Toscana.

La miniatura all'uncinetto di Cerreto Guidi è visitabile tutti i giorni fino al 13 gennaio, in via Santi Saccenti.
Info e contatti: Gessica 3771897975

07/01/2019