Abbazia di San Galgano, dove è più facile dirsi 'ti amo' (a San Valentino)

di Gianluca Testa

Qual è il luogo di Toscana dov'è più bello dirsi 'ti amo'? Lo abbiamo chiesto ai nostri lettori. Il sondaggio di San Valentino è stato vinto dall'abbazia di San Galgano, che ha battuto in finale Piazzale Michelangelo

Ci sono cuori ovunque. Nelle pasticcerie, di fronte ai fiorai, sugli scaffali dei supermercati. Per non parlare poi dei social network e di qualsiasi altro canale di comunicazione digitale. Gif animate, emoticon, meme. Del resto, per manifestare il proprio amore, non esiste un luogo ideale. Ciò che più conta è l'onestà del sentimento espresso. Contano la passione, la tenerezza e quella voglia - a volte irrefrenabile - di dirsi "ti amo". Parole che, nonostante la nostra premessa, pronunciamo con sempre minore frequenza. Spesso ci vibrano tra le labbra senza che il cuore abbia dato il via. Le diciamo così, con automatica leggerezza. A volte perfino per abitudine o per spezzare silenzi che rischierebbero di diventare troppo pesanti da sopportare.

Fortunatamente non per tutti è così. E noi, in questo giorno speciale, abbiamo sentito il bisogno di riappropriarci dei sentimenti, che rappresentano il nostro bene più prezioso. Occorre riconoscere ciò i nostri cuori custodiscono silenziosi. Ed è importante dargli spazio e forma. Soprattutto oggi, il giorno di San Valentino. È una festa antica, questa, che è sopravvissuta ai secoli. Pur essendo scivolata in derive commerciali, il 14 febbraio rappresenta ancora un giorno speciale. Perché - non ce ne voglia il cantore Roberto Benigni, da cui saccheggiamo toni e pulsioni - non c'è niente di più bello che festeggiare l'amore.

Oltre i fiori e al di là dei cioccolatino e dei piccoli preziosi regali impacchettati con carte rosse e d'oro, la più alta delle aspettative, per una coppia (di qualsiasi genere essa sia), è manifestarsi reciprocamente il proprio affetto. Ha ragione la nostra lettrice Assunta nel sostenere che «per dire 'ti amo' va bene qualsiasi angolo». Ma anche la suggestione di un contesto particolarmente affascinante può essere d'aiuto nell'architettura di un amore.

E così, nei giorni scorsi, abbiamo pensato di rivolgerci proprio a voi lettori chiedendovi di scegliere qual è il luogo di Toscana dov'è più bello dirsi "ti amo". Contro ogni aspettativa, a vincere è l’abbazia di San Galgano. Sì, proprio l'abbazia cistercense poco lontana da Siena. Quella immersa nelle campagne di Chiusdino, piccolo Comune che non raggiunge neppure i duemila abitanti. Quella della spada conficcata nella roccia (non è quella di Re Artù, ma di San Galgano, che con quel gesto rinunciò a tutti i beni materiali) e che al posto del tetto ha il cielo (e non perché sia incompiuta, ma perché un abate deciso di saldare i proprio debiti vendendo il piombo del tetto).

In questo luogo immerso nel cuore della Toscana più romantica, però, a contare non sono le leggende o le storie che nei secoli si sono incrociate e sovrapposte. Ciò che più conta è l'esaltazione della bellezza: il prato come pavimento, la struttura architettonica possente, le grandi dimensioni, il paesaggio toscano tutt'attorno e il cielo come unico riparo per i sentimenti che, sotto una copertura, faticherebbero perfino a essere contenuti.

Al sondaggio lanciato da intoscana.it avete risposto in un migliaio. Avete votato l'abbazia quando si è "scontrata" con la Torre Guinigi di Lucca (71 voti contro 51) nei quarti di finale e con la funicolare di Montecatini Terme, ormai nota con i nomi di "Gigio" e "Gigia" (62 contro 23). Poi è arrivato il momento della finale contro Piazzale Michelangelo, a Firenze. Ovvero uno dei luoghi più fotografati e instagrammabili d'Italia. Eppure neppure la tentazione di un selfie dal like sicuro ha interrotto il cammino dell'abbazia di San Galgano verso la vittoria che, a dirla tutta, è avvenuta sul filo di lana: 71 voti contro 69.

Nel riepilogare i dati complessivi del sondaggio "Dimmi ti amo", vi offriamo implicitamente una lista di luoghi romantici di Toscana che potete visitare. E se davvero volete pronunciare quelle parole, sappiate che non è necessario attendere il prossimo San Valentino. Per amare non c'è un giorno più giusto degli altri.

sondaggio san valentino dimmi ti amo risultati

14/02/2020