Strage dei Georgofili, ricordi virtuali della famiglia Nencioni

Il comune di San Casciano organizza tante iniziative sui social per ricordare le vittime della strage mafiosa che nella notte tra il 26 e 27 maggio distrusse la vita di un'intera famiglia e dello studente Dario Capolicchio

Prima la deposizione di una corona al cimitero de La Romola, nel comune di San Casciano poi la commemorazione si sposta sui social, così da ricordare anche virtualmente le vittime della Strage di Via dei Georgofili, avvenuta 27 anni fa a Firenze. Tra le vittime - oltre allo studente Dario Capolicchio c'era la famiglia Nencioni, originaria proprio della zona. Fabrizio, la moglie Angela, le figlie Nadia e Caterina. Morti innocenti per un attentato mafioso. 

Il loro ricordo, indelebile nei nostri pensieri - spiega il primo cittadino Roberto Ciappi - si deve tradurre in un’azione quotidiana di contrasto alla violenza, alla prevaricazione, alla mafia che dobbiamo combattere cercando di essere cittadini migliori, in grado di esprimere senso civico e responsabilità solidale, respingendo con determinazione l'indifferenza di fronte alle ingiustizie e a qualunque forma di illegalità”.

Sono alcune delle riflessioni contenute nel ricordo digitale che in questi giorni il primo cittadino ha realizzato nel luogo di origine della famiglia Nencioni alla Romola, presso il Giardino del Tramonto. Il mosaico artistico, realizzato dall’artista Silvio Loffredo e applicato nello spazio monumentale della fontana, è stato realizzato nel 1999 insieme agli studenti della scuola professionale edile per commemorare le vittime della strage. L’opera riporta le parole di una poesia della piccola Nadia Nencioni di 9 anni che compose poco prima della morte. 

Il video del sindaco sarà trasmesso sui canal social del Comune e dell’associazione tra i Familiari delle vittime della Strage di via dei Georgofili.

 “A meno di un anno dalla scomparsa della nostra ex presidente Giovanna Maggiani Chelli - commenta il presidente Luigi Dainelli - dedichiamo a lei e questo speciale anniversario della Strage, ricordandone il grande impegno, e più in generale al ruolo prezioso che hanno le associazioni delle vittime, dei familiari e delle comunità colpiti da attentati terroristici e mafiosi per la ricerca della giustizia e della verità”.

Ad organizzare il calendario delle iniziative per il ventisettesimo anniversario della strage è l’Associazione tra i familiari delle vittime della Strage di Via dei Georgofili di Firenze, con il patrocinio e la collaborazione di Regione Toscana, il Comune di Firenze e il Comune di San Casciano Val di Pesa. Il programma che interessa San Casciano prevede una diretta Facebook dalle ore 9 dal cimitero de La Romola dove la deposizione da parte delle autorità di una corona floreale sulla tomba della Famiglia Nencioni si terrà nel rispetto delle disposizioni governative.

Dalle ore 11 saranno pubblicati i video messaggi del sindaco e dell’assessore alla Cultura Maura Masini.

Dalle ore 15.30 saranno diffusi i contributi video “La Memoria e la scuola: pensieri e riflessioni contro la mafia” di alunni delle classi 2C e 3A scuola media Ippolito Nievo dell’Istituto Comprensivo Il Principe di San Casciano, con il coordinamento delle professoresse Sandra Ancillotti e Isabella Distinto. Dalle ore 16.30 alle ore 18.30 saranno pubblicati tre video con riflessioni, immagini, musica per non dimenticare.: si tratta de “Il Ricordo: la notte del 26 maggio e l’alba del 27 maggio 1993”, alle ore 16.30, “I giardini del Tramonto alla Romola: profumo di casa soltanto per voi”, alle ore 17.30, “I ‘non eroi’, paladini della giustizia. Dedicato a Giovanna”, alle ore 18. 

23/05/2020