QUANDO UNA APP TI PORTA A PESCA ARRIVA LA NUOVA FISHING AROUND

di Marta Mancini
pescare in toscana

In meno di un anno, l'applicazione - disponibile per dispositivi Apple e Android - ha registrato oltre 15 mila download

Da oggi, insieme alle esche, alla lenza e ai galleggianti non dobbiamo dimenticare di mettere nello zaino anche il nostro smartphone. Lo sappiamo: un pescatore si definisce "serio" quando lascia a casa qualsiasi distrazione. Banditi quindi cellulari e qualsiasi cosa possa emettere rumori molesti che potrebbero spaventare le prede.

Ma ecco un'eccezione alla regola, un caso straordinario che giustifica l'utilizzo di dispositivi mobile: stiamo parlando della app Fishing Around, un nuovo servizio - nato dall'idea di Danilo Neri - presentato all’incirca un anno fa alla fiera di settore Pescare Show.

Fishing Around è dotato di un efficiente sistema di geolocalizzazione che consente all'utente di individuare le riserve di pesca più vicine alla sua posizione, in Toscana e in tutta Italia. Siano esse laghi o fiumi, poco importa: ciò che conta davvero è poter soddisfare nel miglior modo possibile questa passione slow.

Ogni location è arricchita e correlata da informazioni utili, come ad esempio le specie ittiche che è possibile incontrare in quell’habitat, il regolamento vigente, i recapiti del gestore della riserva e consigli su punti di ristoro, alloggi e attrazioni turistiche del comprensorio.

La app - disponibile per piattaforme Apple e Android - vanta già 15 mila download; detto in altre parole circa 15 mila appassionati di pesca utilizzano Fishing Around per ricercare notizie e trovare approfondimenti sul loro hobby.

Direttamente nelle mani dell’interessato, lo smartphone diventa uno strumento che serve per aumentare la sensibilità verso l’ambiente, il contatto con la natura e lo sport all’aria aperta.

Per maggiori informazioni:
www.fishingaround.it

Clicca qui per il download dell'applicazione per smartphone Android e qui per Apple.

12/03/2014