Allenarsi restando a casa: i consigli di Giulia Angiolini personal trainer

di Chiara Bianchini

Restare in casa ma non fermi. Alcuni suggerimenti per fare attività fisica in salotto utilizzando sedie, tavoli e bottiglie d'acqua 

Come vi abbiamo più volte raccontato in queste lunghe giornate, restare a casa non vuol dire abbandonarsi al divano o passare le ore controllando il frigorifero e il suo contenuto. Possiamo invece fare attività fisica, continuando ad allenarci in casa, senza esporci a rischi e rispettando i provvedimenti stabiliti dal Governo italiano. Grazie al web e ai social network possiamo seguire tantissimi corsi di yoga, pilates e anche svolgere allenamenti più intensi che ci permettono di sudare restando nel salotto di casa nostra. Per questo motivo abbiamo intervistato Giulia Angiolini, personal trainer certificata FIPE (Federazione Italiana Pesistica) con certificazioni in Tacfit, FlowFit, TRX, Calisthenics, Step e Aerobica, ma anche campionessa europea in carica di Jiu-Jitsu.

Partiamo subito dalle note dolenti, quali sono gli aspetti negativi di queste giornate necessariamente più sedentarie?

Sicuramente avere a disposizione il divano con accanto il letto, la sedia, la televisione sono cose che non aiutano il movimento, anzi ci limitano abbastanza. Siamo abituati ad avere orari scanditi e una nostra routine. Durante le giornate non stavamo mai fermi e soprattutto mai in casa, ora invece i nostri movimenti sono limitati, abbiamo a disposizione tante tentazioni e il nostro corpo ne risente.

Sui tuoi canali proponevi già degli allenamenti che ora stai aggiornando quotidianamente, che attività proponi?

Ho cercato di aiutare tutte quelle persone che, fino a dieci giorni fa, andavano in palestra e che ora si sono ritrovate con la struttura chiusa e senza più avere una figura di riferimento come un coach o un istruttore che gli dicesse ogni giorno cosa fare o predisponesse la scheda di allenamento. A partire da un circuito che può essere sull'addome o una sequenza di mobilità articolare o un circuito di total body completo per tutto il corpo, propongo allenamenti cercando di essere chiara nei movimenti e nelle spiegazioni, con tempistiche di esecuzione accessibili a tutti.

A chi si rivolgono i tuoi allenamenti?

Mi rivolgo ad un target di persone che va dal ragazzo o la ragazza di 20anni alla persona più adulta di 50-55 anni, sia già allenati e che frequentano abitualmente una palestra ma anche a tutte quelle persone che vogliono avviarsi verso un percorso di allenamento.

Possiamo seguire i tuoi corsi su YouTube, ma anche in diretta su Instagram?

Sì, ogni martedì e giovedì ho deciso di fare delle dirette Instagram alle 17:30 così da fare un allenamento completo con un riscaldamento, parte centrale, defaticamento e stretching insieme alle persone che hanno voglia di allenarsi con me. In questo modo riesco ad essere in contatto diretto con le persone perché mi fanno domande e commenti sugli esercizi e posso soffermarmi maggiormente sulle spiegazioni in modo da far comprendere a tutti il movimento. In questo modo riesco a fare una lezione interattiva simulando quello che avviene in palestra.

Questa situazione è difficile anche per voi istruttori?

È stato un bel cambiamento. Anche per noi istruttori non avere una palestra a disposizione non è facile, perché praticamente ci viviamo in queste strutture. Per questo con i video e le dirette Instagram sto cercando di aiutare un po’ tutti, anche me stessa a tenermi impegnata in queste giornate.

Quali attrezzi disponibili in casa possiamo usare?

Prima di tutto il nostro corpo, anche senza l'uso di attrezzi possiamo fare tantissimi esercizi. Se poi abbiamo una sedia dove salire e scendere o un panchetto possiamo fare un esercizio più intenso che interessi gli arti inferiori. Sempre su una sedia possiamo fare dei piegamenti, lavorando così sui tricipiti e sul pettorale. Tutti noi in casa abbiamo un tavolo, ecco io l'ho reinventato per fare delle trazioni. Sono più semplici, ma è un ottimo esercizio che interessa i muscoli della schiena e dell'addome. Se poi non abbiamo in casa attrezzi come dei manubri o dei pesi possiamo usare delle bottiglie d'acqua oppure uno zaino con i libri da mettere sulla schiena con cui fare degli esercizi per le gambe e braccia. A tutto questo aggiungete un timer in modo da poter svolgere dei circuiti con tempistiche di lavoro diverse (30’ o un minuto). Basta un po’ di fantasia e quello che abbiamo in casa può essere utilizzato per allenarci.

Non prendiamo lo slogan #iorestoacasa come una scusa per abbandonarci al divano, tiriamo fuori un pizzico di forza di volontà per ritagliarci ogni giorno o più volte la settimana un momento da dedicare all’attività fisica e al movimento. Il nostro corpo non potrà che ringraziarci!

19/03/2020